Attualità

Da Sapri l'invito alla mobilitazione contro il progetto di RFI per la realizzazione dell' Alta Velocità/Alta Capacità sull'asse Salerno-Reggio Calabria con corridoio Vallo di Diano seguendo il percorso dell'Autostrada A2 del Mediterraneo. Un progetto che nel primo lotto Battipaglia-Praia prevederebbe anche una fermata intermedia Atena-Sala. Dal Golfo di Policastro e dal Cilento prosegue la contrapposizione al tracciato che libererebbe finalmente l'area valdianese dalle maglie stringenti dell'isolamento a cui è stato destinato ormai da decenni. Nonostante le zone costiere siano già attraversate da collegamenti ferroviari, che il Vallo di Diano non ha, continua la guerra al progetto a difesa del percorso inizialmente ipotizzato della Ogliastro-Sapri per un risparmio di tempo di 14 minuti.

Dalla minoranza, e si può ipotizzare anche dalla maggioranza del Comune di Sapri visto l'intervento del sindaco in occasione del recente incontro con l'assessore regionale al turismo, vi è chiara la volontà di battersi contro la nuova ipotesi di tratta invitando alla mobilitazione generale. Nella lettera di Sapri Democratica in cui si chiede la convocazione di un consiglio comunale monotematico per invitare politici e cittadini a mobilitarsi per contrastare la realizzazione della tratta che attraverserebbe il Vallo di Diano si legge anche della necessità di reagire contro tale decisione che, a parere degli scriventi, sancirebbe la perdita di un futuro del Bussento. Intanto però, emergono nuovi particolari sulla tratta che potrebbe attraversare il Vallo di Diano.

In un'intervista rilasciata a Calabria News l'On. Enza Brunobossio, membro della commissione trasporti alla camera spiega in che modo sarà realizzato il percorso, i tempi di realizzazione e con quali risorse, illustrando anche le motivazione della scelta. Pare infatti che il nuovo progetto, nel solo primo lotto del percorso Battipaglia-Praja, consentirebbe un iniziale recupero di circa 30 minuti, il doppio rispetto alla Ogliastro-Sapri per consentire un recupero complessivo dei tempi di percorrenza di circa 80 minuti. Con i fondi del recovery sarà finanziato il primo tratto del primo lotto che, come ha annunciato l'On. Brunobossio sarà Battipaglia-Sala Consilina, da completare entro il 2030 fino a Tarsia per un costo complessivo di 11 miliardi di euro. Intanto però, nel Cilento e Golfo di Policastro continuano le iniziative contro il progetto il cui studio di fattibilità, del costo di 40 milioni, è stato fortemente voluto dalla commissione trasporti della Camera e dall'ex ministro De Micheli.

Anna Maria CAVA

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.