Attualità

Dopo due anni scolastici di stop and go alle lezioni in presenza a causa della pandemia, dal prossimo settembre nel salernitano ben 2.731 studenti non torneranno tra i banchi. A dirlo - come riporta IlMattino - il direttore dell'Ufficio scolastico regionale, Luisa Franzese: "Nonostante il forte calo demografico non ci saranno tagli agli organici dei docenti, un grande risultato vista la perdita di alunni che purtroppo registriamo". Informa così sul drastico calo di alunni dal prossimo anno scolastico 2021-2022: 796 alunni in meno si registrano alla scuola dell'infanzia, 1.168 alla scuola primaria che subisce il danno più grave. Alle scuole medie si perdono 767 studenti. Le superiori invece registrano un lieve aumento di iscritti con 57 unità in più.

Come si evince dalle parole della Franzese la buona notizia è che, nonostante tutto, non ci saranno tagli agli organici. I dati dell'Ufficio scolastico regionale dicono che il numero di insegnanti rimane invariato rispetto all'anno scolastico in corso. Sono 13.284 gli insegnanti che accoglieranno i 154 mila allievi del nuovo anno scolastico. "Il calo demografico non ci ha impedito di dare più posti di potenziamento" sottolinea. Al salernitano vanno 52 posti di potenziamento curriculare alla scuola dell'infanzia, 309 alle elementari, 156 alle medie, 430 alle superiori. Aumentano anche i posti di sostegno che sono 2.042 quelli assegnati a Salerno e provincia, con un incremento di 73 posti.

 

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.