Attualità

Migliaia di piccoli imprenditori, specie dei pubblici esercizi, ancora aspettano risposte chiare e definitive dal Governo per una vera ripartenza.

Le proteste, anche di piazza, si amplificano sempre più e, per Confesercenti Salerno, si assiste quotidianamente alla disperazione degli operatori del commercio e del turismo che ancora oggi non possono programmare e promuovere adeguatamente nulla. Probabilmente il mese di maggio decreterà la vera ripartenza, ma intanto le aziende falliscono e chiudono definitivamente.

“Ci aspettano ancora - fanno sapere dalla confederazione - settimane di incertezza e di paradossi, come la questione vaccinazioni che va a rilento o la storiella dei viaggi all’estero, mentre i nostri ristoratori piangono lacrime amare. Abbiamo la necessità di vedere approvato nel più breve tempo possibile un decreto “Imprese”, come richiesto dalla nostra rete nazionale, se non vogliamo davvero desertificare la nostra bella Italia”

Per Confesercenti Salerno è necessaria “una comunicazione governativa rispettosa della drammaticità di alcune, poche, categorie vessate ogni oltre misura perchè occorre- concludono -un cambio di marcia deciso vero e poderoso per ripartire”.

Federico D’ALESSIO

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.