Attualità

La tempestività di Sapri sulla questione Alta Velocità, porta a cambi di opinione e di battaglie, partite in particolare dalla minoranza del Comune di Sapri.

In un recente post a firma di Giuseppe Del Medico, attaccando l'amministrazione comunale per non aver convocato il consiglio comunale nel quale si doveva discutere sulle azioni da intraprendere per impedire la realizzazione della tratta dell'Alta Velocità Salerno-Reggio Calabria passando per il Vallo di Diano, cambia le posizioni e invita l'amministrazione a richiedere un incontro con RFI non più per ritornare sulla decisione e riprendere in considerazione la variante Ogliastro-Sapri, bensì per rivedere l'attuale progetto in fase di definizione ed approvazione e puntare sulla seconda ipotesi di tracciato che aveva individuato in Sapri, anziché Praja il punto di connessione sulla linea tirrenica.

Un modo per limitare danni, come definito da Del Medico che attacca il sindaco di Sapri per la mancata risposta alla richiesta formulata da gruppo Sapri Democratica. Ora, a pochi giorni dalla definizione del piano per il Recovery, nel quale dovranno essere inseriti i progetti infrastrutturali definiti nell'ambito del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, arriva il commento che, accantonata ormai l'idea della variante Ogliastro-Sapri, vuole chiede una modifica del tracciato per inserire Sapri sulla nuova tratta. Parla di unità dei territori senza più contrapposizione al fine di "Chiedere al Governo di sostenere con RFI la seconda ipotesi inserita nello studio di Fattibilità per la "Battipaglia-Atena-Policastro/Sapri".

"Se, come sembra,  - scrive Del Medico - RFI  ha deciso di delocalizzare il tracciato dell'AV possiamo provare a limitare i DANNI con la proposta del secondo tracciato, indicato proprio da RFI nel suo studio, che arriva sulla linea tirrenica a Policastro/Sapri. Una soluzione - continua - che permetterebbe all’intero Cilento di rimanere agganciato all’importante infrastruttura, superando una inutile e infruttuosa contrapposizione tra territori. Verrebbe garantita una importante opportunità di sviluppo all'intera area del Parco che finalmente potrebbe iniziare a dialogare del suo Futuro. Sapri Democratica - dichiara in conclusione -si affida al buon senso di tutti, non possiamo perdere questa grandissima occasione, facciamolo per i nostri figli".

Anna Maria CAVA

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.