Attualità

Sul sito di A scuola di Open Coesione pubblicato il lavoro degli studenti del Liceo Scientifico Carlo Piasacane di Padula che hanno partecipato all'iniziativa nazionale effettuando un monitoraggio sulla Certosa di San Lorenzo a Padula, sulle presenze turistiche al sito patrimonio Unesco e sulle ricadute derivanti dai flussi turistici che il settecentesco monumento certosino ha apportato alle comunità. Un lavoro realizzato dai ragazzi della 2Q come team I Certosini, sotto la supervisione e con il sostegno dei docenti Annarita Pezzella e Pierpaolo Fasano.

Il Team, attraverso il progetto denominato "Il grande attrattore culturale Certosa di San Lorenzo" si pone come obiettivo quello di diffondere la conoscenza del patrimonio culturale del territorio a partire dalla Certosa di Padula, attraverso il recupero e la riqualificazione delle aree circostanti la Certosa al fine di aumentare l'attrattività del sito promuovendo forme di sviluppo sostenibile, per un valore complessivo del progetto di 4 milioni di euro. Particolare attenzione è stata rivolta alla realizzazione della pista ciclabile che da Padula Scalo conduce alla Certosa e all’antico ponte venuto alla luce nel corso dei lavori. Seguiti dai docenti Pezzella e Pasano, il team "I Certosini" hanno realizzato e prodotto, nel corso dell’anno scolastico, tantissimo materiale come infografiche, filmati e sondaggi interattivi, per  capire in quale misura i lavori eseguiti alla Certosa abbiano avuto ricadute sui flussi turistici.

Per ripercorrere l’iter dell’intero progetto, il team ha realizzato diverse interviste ai diversi enti e attori coinvolti tra cui l’assessore alla Cultura del comune di Padula, Filomena Chiappardo, e il consigliere con delega al Turismo, Settimio Rienzo. "Obiettivo del progetto - spiegano dalla scuola - è promuovere e sviluppare i principi di cittadinanza attiva e consapevole attraverso attività di ricerca e monitoraggio civico dei finanziamenti pubblici europei e nazionali sviluppando competenze digitali, statistiche e di educazione civica per aiutare gli studenti a conoscere e a comunicare con l’ausilio di tecniche giornalistiche e delle politiche di coesione nei luoghi in cui vivono". Grande soddisfazione per il lavoro svolto dalla classe 2Q è stato espresso dalla dirigente scolastica dell’Istituto Omnicomprensivo di Padula, Maria D’Alessio. Il lavoro dei ragazzi è pubblicato sul sito www.ascuoladiopencoesione.it

Anna Maria CAVA

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.