Attualità

La Giunta comunale di Sanza, accogliendo l'invito dell'Anci, ha deliberato il conferimento della cittadinanza onoraria alla simbolica figura del Milite Ignoto, nell'ambito delle celebrazioni del Giorno della Memoria.

Il 4 novembre 2021 sarà celebrato il primo centenario della deposizione del Milite Ignoto nel sacello dell’Altare della Patria, al Vittoriano e per l'occasione l'Anci ha proposto a tutti i comuni italiani di attribuire la cittadinanza onoraria alla simbolica figura, così che il Milite Ignoto, in un gesto comune, possa finalmente diventare Cittadino d’Italia e oggetto della riconoscenza di tutta la collettività per un sacrificio che ha contribuito a creare l’identità nazionale.

L’iniziativa a Sanza è stata fortemente voluta dal sindaco Vittorio Esposito, di concerto con l’assessore alle politiche sociali Marianna Citera ed il vicesindaco Toni Lettieri e condivisa da tutti i consiglieri comunali di maggioranza. Il nostro Paese, con la Grande Guerra, ha perso 650 mila militari italiani, alcuni giovanissimi. Anche la comunità di Sanza ha consegnato alla storia un tributo oneroso di propri figli che si sono immolati per la Patria: 73 i caduti nelle due guerre mondiali.

“Concedere la cittadinanza onoraria ad una figura simbolica come quella del ‘Milite Ignoto’ – ha affermato il sindaco Esposito - è un omaggio al sacrificio di tante vite italiane, perdute nei conflitti armati. Per la nostra comunità il Fante senza nome è certo uno dei figli di Sanza caduti per la Patria, un simbolo che appartiene alla storia come lo sono il Tricolore e l’inno di Mameli, fortemente legati ai valori democratici di Sanza, del nostro popolo e dell’intera comunità nazionale”. La proposta sarà ora sottoposta al voto del Consiglio Comunale.

Antonella D'ALTO

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.