Attualità

Nel pomeriggio di ieri presso la scuola di Sant'Antonio di Sala Consilina, si è finalmente tenuta l'attesa cerimonia di consegna degli attestati ai bambini vincitori del concorso nazionale della staffetta di scrittura creativa promosso da BIMED tra lo sguardo soddisfatto ed orgoglioso della Dirigente Scolastica Patrizia Pagano e del sindaco di Sala Consilina Francesco Cavallone.

Lo scorso anno i piccoli allievi del plesso di Sant'Antonio di Sala Consilina, partecipando al concorso nazionale con un racconto a più mani ed in staffetta, erano riusciti ad emergere su 1300 scuole partecipanti con il loro lavoro denominato ScriviAmo realizzato con il supporto della loro insegnante Rosa Mega e risultando vincitori del primo premio nazionale Maior 25.

Un risultato ottenuto grazie all'ottimo elaborato realizzato dai piccoli bambini di Sala Consilina nell'ambito della staffetta di scrittura creativa, con un racconto che ha suscitato l'interesse dei giurati anche per la qualità dei disegni realizzati. Ad essere premiati i bambini della 5^ classe dell'istituto vincitori del concorso con la motivazione di “Racconto avventuroso, coeso, avvincente e convincente nel quale si rileva la dimensione creativa dell’infanzia coniugata con una variegata qualità dei disegni”.

Dopo una lunga attesa a causa della pandemia, nel pomeriggio di ieri, è stato finalmente possibile premiare i piccoli vincitori del concorso alla presenza, tra gli altri anche del responsabile di BiMed Andrea Iovino. A festeggiare i piccoli anche le docenti Rosa Mega e Concetta Colucci che hanno seguito i bambini nella realizzazione dei loro elaborati. Non sono mancati poi gli apprezzamenti e i complimenti da parte della dirigente scolastica Patrizia Pagano che ha esaltato la capacità dei piccoli alunni di mettere a frutto la loro fantasia e la loro creatività trasformandoli in successi.

Orgoglio e ammirazione per i piccoli cittadini salesi è stato manifestato anche dal Sindaco di Sala Consilina Francesco Cavallone che ha voluto complimentarsi personalmente con i suoi piccoli concittadini evidenziando come il risultato raggiunto simboleggia anche la crescita sana e volenterosa della comunità capace di raggiungere obiettivi importanti anche tra le difficoltà del momento.

"La staffetta - spiegano dalla scuola - è sempre una grande occasione per i ragazzi, permette infatti di sviluppare la loro creatività seguendo il volo delle parole nelle intriganti pagine di scrittura concertate. Attraverso i racconti delle loro storie - continuano - i ragazzi sono stati capaci di trasmettere messaggi originali e suggerire come rendere il mondo migliore attraverso i valori della legalità e dell'inclusione che sono alla base della Bimed".

Anna Maria CAVA

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.