Attualità

Non è piaciuta alla minoranza la condivisione del gesto solidale compiuto a Pertosa dall’assessore alla pubblica istruzione Francesca Caggiano, che ha devoluto la propria indennità per l’acquisto di libri da donare agli alunni della scuola primaria locale. Giovedì mattina l’incontro con i piccoli studenti, nel corso del quale il libro “Trotula, il sogno di una bambina” è stato donato ai bambini della primaria, su iniziativa dell’assessore Caggiano che ha dunque devoluto l'indennità di carica per l’acquisto dei libri.

La notizia non è stata accolta con favore dalla minoranza, il cui capogruppo Francesco Gagliardi ha affermato di aver parlato con il sindaco Domenico Barba “per esprimere la disapprovazione, a nome di tutto il gruppo di minoranza, nei confronti dell’assessora Francesca Caggiano. Troviamo il suo comportamento offensivo – afferma - nei confronti di tutti gli amministratori sia di maggioranza che di minoranza, che negli anni e ancora oggi donano in silenzio, rifiutando gettoni di presenza e addirittura più di qualcuno spendendo risorse proprie. Inoltre - prosegue Gagliardi - , poiché l’assessora in questione è anche delegata alla pubblica istruzione, la invitiamo a leggere il libro più antico al mondo “La Sacra Bibbia”, infatti in esso è scritto quanto di seguito: guardatevi dal praticare le vostre buone opere davanti agli uomini per essere da loro ammirati, quando dunque fai una donazione non suonare la tromba davanti a te, come fanno gli ipocriti nelle sinagoghe e nelle strade per essere lodati dagli uomini. Quando invece tu fai una donazione (90 euro di soldi pubblici) – conclude il capogruppo di minoranza - non sappia la tua sinistra ciò che fa la tua destra, perché la tua donazione resti segreta”.

Al netto della polemica sulla donazione dei libri, l’incontro con gli studenti della primaria di Pertosa è stato l’occasione per far conoscere ai piccoli alunni Trotula de Ruggiero la prima donna medico della storia, un’eroina del passato d’origine salernitana, e per salutare i bambini dell’ultimo anno della primaria che l’anno prossimo frequenteranno la scuola secondaria di I grado.

Antonella D'ALTO

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.