Attualità

Le nuove misure varate dal governo Draghi per far fronte alla pandemia hanno prodotto un importante aumento delle prenotazioni per vaccinarsi: il cosiddetto effetto green pass. Sono bastate poche ore per passare, in tutta Italia, dalla paralisi della campagna vaccinale allo sprint. E lo dimostrano anche i dati in Campania.

Qui la media - spiegano dall'Unità di Crisi regionale - era nelle ultime settimane di 4-5.000 adesioni al giorno. Ma subito c'è stato un boom con con 10.000 nuove adesioni. E ieri nel primo pomeriggio c'erano già 8.000 nuovi prenotati. Attualmente in Campania, su una popolazione di 5,7 milioni di abitanti, sono stati somministrati 6.207.899 vaccini, 2,7 milioni di cittadini hanno avuto la doppia dose. Tra le varianti la delta resta in testa al 62% su 100 analisi, seguita dalla variante brasiliana al 24% e l’inglese al 14%.

Il presidente De Luca guarda ai prossimi obiettivi: “per fine luglio vogliamo arrivare a tre milioni di campani con la seconda dose - ha detto - a fine agosto si verificheranno i vaccinati nelle scuole e vedremo quando far cominciare l’anno scolastico in base al livello di vaccinazione che avremo della popolazione studentesca. Arriveremo all’immunità di gregge del 70% anche a costo di ritardare l’apertura dell’anno scolastico. Il rinvio servirebbe a non avere classi in cui metà degli studenti è in presenza e metà in dad. Sarebbe un disastro e va evitato in maniera assoluta".

Intanto De Luca punta allo stop dei grandi eventi a rischio, comprese le feste religiose, che avrebbero portato inevitabili assembramenti. Ha chiesto senso di responsabilità e invitato gli amministratori pubblici a eliminare ogni evento che determini assembramenti incontrollabili.

Rosa ROMANO

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.