Attualità

Resta ancora nel limbo la situazione lavorativa ed economica degli operai della ditta che si occupa della raccolta rifiuti nel comune di Albanella. Una situazione già in emergenza già da diversi mesi, per una regolarità che manca nel percepimento degli stipendi ma anche, pare per l'incertezza sul futuro lavorativo degli operai.

In questa situazione si registra l'intervento del Sindacato di igiene ambientale della Federazione Italiana Autonoma dei Dipendenti degli Enti Locali che annuncia la volontà degli operai di indire uno sciopero per protestare contro la situazione che si sta vivendo dal punto d vista soprattutto economico visto il mancato percepimento della mensilità spettante di giugno e della quattordicesima. A ciò si aggiunge anche l'assenza dei referenti delle ditte GF Scavi e SRA all'incontro previsto nei giorni scorsi presso il comune di Albanella e indetto dal sindaco. Un incontro voluto dall'amministrazione comunale su richiesta della stessa Fiadel affinché si possa fare chiarezza su quanto sta accadendo in riferimento al ritardo o mancato pagamento delle mensilità spettanti agli operai.

Un summit disertato dalle aziende invitate a partecipare."Gli operatori - spiega Angelo Rispoli segretario provinciale della Fiadel - non hanno ricevuto lo stipendio di giugno e la quattordicesima. Solo da poco è stata invece versata la mensilità di maggio. «Una precarietà che crea grande tensione  Una storia che ormai si ripete ogni mese. Questa mancanza di confronto da un lato spinge i lavoratori verso la disperazione, dall'altra verso lo sciopero che verrà indetto dopo la procedura di raffreddamento, con termine fissato il 29 luglio.

Anna Maria CAVA

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.