Attualità

Nell'ambito degli appuntamenti estivi organizzati a Roscigno Vecchia, sabato scorso si è parlato di un tema che ormai sta diventando una vera e propria piaga epr i territori a sud di Salerno ed in particolare epr le aree interne. Il Rotary Club Roccadaspide- Valle del Calore, presieduto da Carmine Maraio ha organizzato un incontro per discutere di spopolamento e di Turismo di Ritorno. All'incontro moderato da Giuseppe D'Amico, presidente del Rotary Club Sala Consilina Vallo di Diano, che ha presentato anche la sua relazione in merito, erano presenti anche il direttore generale della Banca Monte Pruno Michele Albanese e il sindaco di Roscigno Pino Palmieri. Vista l'importanza del tema in trattazione è stato importante ieri avere anche la presenza del consigliere regionale Vincenzo Maraio. L'incontro realizzato nella splendida location di Roscigno Vecchia è stata l'occasione per proporre una possibile soluzione o comunque un'idea che possa dare un primo fondamentale supporto alla ridimensionamento del fenomeno dello spopolamento: il turismo di ritorno. Puntare insomma su coloro che, in passato, per le stessi difficoltà che si riscontrano oggi e che portano all'abbandono delle case, quindi mancanza di lavoro e di prospettive, sono emigrati. Queste persone e i loro discendenti non hanno mai dimenticato le loro origini. Riportarli in visita in queste aree potrebbe rappresentare un primo passo verso uno sviluppo del settore turistico. L'iniziativa, necessaria per tenere sempre accesi i riflettori su fenomeno che nel tempo diventa sempre più evidente e difficile da contenere, ha visto il sostegno della Banca Monte Pruno e della Pro Loco di Roscigno Vecchia, oltre al patrocinio del Comune di Roscigno, e rientra nel calendario degli eventi estivi promossi nel borgo antico 

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.