Avviso di Vendita. Liquidazione volontaria Immobili

Notizie in primo piano

Liquidazione Volontaria

Via Trinità

84036 Sala Consilina (SA)

 

AVVISO DI VENDITA

Il Liquidatore Dott. Francesco De Rosa, avvisa che presso il suo studio in via Fonti, 97 – 84036 Sala

Consilina (SA),

è stata fissata

per il giorno 18 giugno 2021 ore 10.00 la vendita senza incanto, del bene immobile

analiticamente descritto nella perizia redatta dall’Ing. Giovanni Calandriello, che dovrà essere

consultata dall’eventuale offerente ed alla quale si fa espresso rinvio per quanto non descritto

nel presente avviso e per tutto ciò che concerne l’esistenza di eventuali abusi edilizi, pesi e oneri

a qualsiasi titolo gravanti sull’immobile. L’offerta minima non potrà essere inferiore al 75% del

prezzo base.

L’immobile censito nel Comune di Sala Consilina in Via Trinità, è costituito da un locale

commerciale al piano terra distinto in Catasto fabbricati al Foglio 35 part. 126 sub.2 e da un

deposito al piano seminterrato distinto in catasto al Foglio 35 part. 126 sub. 14. Il fabbricato

posto in vendita è costituito da un due lotti:

 

 

LOTTO 01: Locale commerciale

Foglio 35 part. 126 sub. 2 - C/1, Classe 2, situato al piano terra con accesso lungo via Trinità, con

corte esclusiva di circa 130 mq, adibita a parcheggio per gli avventori del locale. Il prospetto

principale è caratterizzato dalla presenza di un ampio ingresso con struttura in metallo e vetro e

n. 2 vetrate utilizzate come vetrine espositive. L’immobile è a pianta pressoché rettangolare

regolare, con una superficie complessiva pari a mq. 264, con un’area di vendita di circa mq.

200,00 e di altezza pari a 3,98 ml, un’area soppalcata destinata in parte ad ufficio ed in parte ad

esposizione, e un vano destinato ai servizi, bagno di circa mq. 4,00 di non pregiata rifinitura.

Importo base d’asta €. 305.100,00 con offerta minima pari al 90% del prezzo base.

La vendita è soggetta ad iva.

 

 

LOTTO 02: Deposito

Foglio 35 part. 126 sub. 14 – C/2, Classe 3, unità immobiliare situata al piano seminterrato,

presenta un unico accesso localizzato lungo il prospetto posteriore del fabbricato, si raggiunge

attraverso una stradina laterale di circa 3,50 m, che si diparte lungo il confine est delle unità. Il

locale, ha una superficie complessiva pari a mq. 250, ed è costituito da un unico vano di altezza

pari a 3,48 ml; nel complesso si presenta allo stato grezzo, privo di divisioni interne,

pavimentazioni e finiture. Non è dotato di impianto elettrico autonomo, in quanto è presente

un'unica linea elettrica, comune alle due unità immobiliari (deposito e locale commerciale), e di

impianto idrico, nonostante la presenza al suo interno del contatore della linea di

approvvigionamento idrico, che adduce l’acqua al locale piano superiore.

Importo base d’asta €. 126.000,00 con offerta minima pari al 90% del prezzo base.

La vendita è soggetta ad iva.

Per la descrizione dettagliata dell’immobile, per i vincoli, certificazioni e la regolarità urbanistica,

servitù attive e passive, si rinvia alla relazione tecnica in atti.

Attualmente l’immobile è libero.

 

MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLE OFFERTE

1) Le offerte di acquisto, in regola con il bollo, dovranno essere consegnate al Liquidatore

presso il suo studio sito in Via Fonti, 97 – 84036 Sala Consilina (SA), entro le ore 12.00 del 17

giugno 2021, giorno precedente la data della vendita senza incanto.

2) L’offerente deve presentare nel luogo indicato per lo svolgimento della vendita, una

dichiarazione in caso di vendita senza incanto, contenente:

a) il nome e il cognome dell’offerente, luogo e data di nascita, codice fiscale, domicilio,

residenza, il recapito telefonico, stato civile e, se coniugato, indicazione del regime

patrimoniale dei coniugi. Se l’offerente è minorenne, l’offerta dovrà essere sottoscritta

dai genitori previa autorizzazione del Giudice Tutelare. L’indicazione del R.G.E. della

procedura. Se l’offerente è una persona giuridica o un ente dotato di soggettività

giuridica, bisognerà indicare i relativi dati identificativi ed allegare all'offerta il certificato

camerale aggiornato e le autorizzazioni del caso (procura o atto di nomina che giustifica i

poteri)

b) I dati identificativi del bene a cui si riferisce l’offerta;

c) L’indicazione del prezzo offerto, che non potrà essere inferiore al prezzo indicato

nell’avviso di vendita, a pena di inefficacia dell’offerta;

d) il termine di pagamento del prezzo e degli oneri tributari, non superiore a 120 giorni

dalla data di aggiudicazione, senza alcuna sospensione feriale;

e) l’espressa, dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima, della certificazione

ipotecaria/notarile e di essere edotto delle condizioni di fatto e di diritto del bene

immobile. Di rinunciare irrevocabilmente alla garanzia di conformità degli impianti e di

farsi interamente carico degli oneri e delle spese di adeguamento impiantistico alla

normativa vigente in materia; di essere informato sull’inesistenza della documentazione

in deroga all’art. 6, comma 1-bis, lettera c) del D.lgs. 192/2005 e s.m.i. e di farsi carico

dei costi di adeguamento alle normative sul risparmio energetico. Sollevando ai sensi

dell’art. 1490 del Codice Civile gli organi della procedura esecutiva da ogni responsabilità

al riguardo.

All’offerta dovrà essere allegata una fotocopia del documento di identità dell’offerente,

nonché, a pena di esclusione dalla vendita, un importo pari al 10% del prezzo offerto a

titolo di cauzione, che sarà trattenuta in caso di mancato versamento del saldo prezzo;

in caso di mancata aggiudicazione l’assegno sarà restituito immediatamente. Del pari va

depositata, in caso di aggiudicazione, una somma in ragione del 20% del prezzo

proposto dall’offerente a titolo di fondo spese di trasferimento, salvo conguaglio e

conteggio finale, con le stesse modalità previste per il versamento della cauzione;

La cauzione come sopra determinata dovrà essere versata mediante assegno circolare

non trasferibile intestato alla società “Decor Casa S.n.c. in liquidazione” e dovrà essere

inserito nella busta contenente l’offerta;

f) L’offerta deve essere depositata, in regola con il bollo entro l’ora indicata nell’avviso di

vendita, del giorno precedente quello fissato per l’esame, in busta chiusa all’esterno

della quale sono annotati, a cura del Liquidatore il nome, previa identificazione, di chi

materialmente provvede al deposito, del Liquidatore e la data fissata per l’esame delle

offerte, la data e l’ora del deposito;

g) L’Atto di trasferimento sarà redatto dal Notaio dopo il pagamento del saldo prezzo ed il

versamento dell’importo comunicato dal Liquidatore quale “fondo spese”. Il Notaio è

scelto dalla parte acquirente e tutte le spese notarili e le imposte saranno a suo carico.

Le offerte possono essere inviate anche per posta e saranno considerate valide se arriveranno

entro le ore 12.00 del giorno 17 giugno 2021. Il recapito è: Liquidazione Decor Casa S.n.c. c/o

Dott. Francesco De Rosa, Via Fonti, 97, 84036 Sala Consilina (SA).

 

 

AVVISA

1) Che saranno dichiarate inefficaci:

- Le offerte pervenute oltre il termine previsto nell’avviso;

- Le offerte inferiori di oltre un quarto rispetto al prezzo base come determinato a norma

dell’art. 568 c.p.c.;

- Le offerte non accompagnate da cauzione prestata con le modalità e nella misura

innanzi precisate.

2) Che qualora sia pervenuta una sola offerta pari o superiore al valore dell’immobile come

determinato, la stessa sarà senz’altro accolta ed il bene, aggiudicato all’offerente; qualora,

invece, il prezzo offerto sia inferiore rispetto al prezzo stabilito in misura non superiore ad un

quarto, l’offerta sarà accolta, se non vi è seria possibilità di conseguire un prezzo superiore

con una nuova vendita e se non sono state presentate istanze di assegnazione ai sensi

dell’art. 588 c.p.c., e dai soci;

3) In caso di pluralità di offerte gli offerenti saranno immediatamente invitati a una gara

sull’offerta più alta.

Le offerte in aumento sull’offerta più alta non potranno essere inferiori a:

- €. 2.000,00 per immobili stimati fino a €. 100.000,01 a €. 130.000,00

- €. 2.500,00 per immobili stimati fino a €. 130.000,01 a €. 160.000,00

- €. 3.000,00 per immobili stimati fino da €. 200.000,01 a €. 300.000,00;

- €. 5.000,00 per immobili stimati oltre a €. 300.000,01.

Analoghe misure sono stabilite per il caso in cui si proceda ad ulteriori esperimenti di vendita

con prezzo ribassato.

Qualora vi sia una sola offerta nel limite del 75% del prezzo base d’asta si procederà ad

aggiudicazione provvisoria e diventerà definitiva previo parere dei soci. Se il parere dei soci o

socio è negativo gli stessi resteranno vincolati/o all’acquisto dell’immobile e saranno invitati

innanzi al Notaio per la stipula dell’atto previo pagamento dell’intero prezzo entro 120 gg.

dall’aggiudicazione, inoltre, unitamente al parere dovranno versare la cauzione nella misura

del 10%, pari a quella già versata dall’aggiudicatario provvisorio, con assegno circolare non

trasferibile intestato a “Decor Casa S.n.c. in liquidazione”. Nel momento in cui il socio e/o

soci non adempiano a quanto prescritto, nel termine di dieci giorni dalla richiesta del parere,

l’immobile sarà definitivamente aggiudicato all’offerente originario.

Se la gara non può aver luogo per mancanza di adesione degli offerenti, quando si ritiene

che non vi sia la possibilità di conseguire un prezzo superiore con una nuova vendita, si

dispone la vendita a favore del migliore offerente oppure nel caso di più offerte del

medesimo valore si dispone la vendita a favore di colui che ha presentato l’offerta per primo.

Se sono state presentate istanze di assegnazione a norma dell’art. 588 c.p.c., o dai soci, e il

prezzo indicato nella migliore offerta o nell’offerta presentata per prima è inferiore al

valore dell’immobile stabilito nell’avviso di vendita, non si farà luogo alla vendita e si

procederà all’assegnazione. Ai fini dell’individuazione della migliore offerta, il delegato terrà

conto dell’entità del prezzo, delle cauzioni prestate, delle forme, dei modi e dei tempi del

pagamento nonché di ogni altro elemento utile indicato nell’offerta stessa.

4) Che se non sono presentate offerte di acquisto si sensi dell’art. 571 c.p.c. ovvero in caso di

inefficacia dell’offerta o nel caso in cui non sono presentate istanze di assegnazione ex art.

588 c.p.c. o se la vendita non abbia luogo per qualsiasi ragione si procederà ad una nuova

vendita senza incanto a prezzo base ribassato di un quarto (solo nel caso in cui la vendita non

abbia proprio luogo sarà possibile riproporre il precedente prezzo base).

CONDIZIONI DELLA VENDITA

La vendita avviene nello stato di fatto e di diritto in cui i beni si trovano, con tutte le eventuali

pertinenze, accessioni, ragioni ed azioni, servitù attive e passive; che la vendita è a corpo e non a

misura; che eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento,

indennità o riduzione del prezzo; che la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la

garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo; che

conseguentemente l’esistenza di vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri

di qualsiasi genere ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici o derivanti dalla eventuale

necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e

dell’anno precedente non pagate dal debitore, per qualsiasi motivo non considerati, anche se

occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento,

indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni. Le

spese (borsuali e compensi) di cancellazione delle formalità (trascrizione del pignoramento e

iscrizione di ipoteca, precedenti e successive al pignoramento), di registrazione, trascrizione e

voltura catastale dell’atto di trasferimento, comunicazione dello stesso a pubbliche

amministrazioni sono a carico dell’aggiudicatario, il quale potrà dispensare il Liquidatore dai

relativi adempimenti. Anche le spese relative all’esecuzione dell’ordine di liberazione emesso

dopo l’aggiudicazione e, comunque, quelle relative alla prosecuzione del procedimento di rilascio

successivamente alla vendita sono poste a carico dell’aggiudicatario, sempre che questi non

dichiari di esentare il Liquidatore dal compiere e/o portare a termine detta attività (art. 560,

quarto comma, c.p.c.). Ogni onere fiscale derivante dalla vendita sarà a carico dell’aggiudicatario.

Per tutto quanto qui non previsto si rimanda al c.p.c. e alle vigenti norme di legge e alla perizia

tecnica. Maggiori informazioni possono essere fornite dal Liquidatore Dott. Francesco De Rosa

(tel. n. 328 9356553, e-mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ), www.unowebtv.it; nonché

sull'emittente televisiva Unowebtv.

Sala Consilina, lì 02 aprile 2021.

Il Liquidatore

F.to Dr. Francesco De Rosa.

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.