Cronaca

Cronaca

I Carabinieri del Comando Provinciale di Salerno hanno eseguito un’ordinanza applicativa di misure cautelari personali a carico di 13 soggetti, tutti indagati per traffico illecito di sostanze stupefacenti. La misura prevede: la custodia cautelare in carcere a carico di 7 indagati; gli arresti domiciliari a carico di 3 indagati; il divieto di dimora nella provincia di Salerno a carico di 3 indagati.

Il provvedimento eseguito scaturisce da un’articolata attività investigativa condotta dalla Tenenza di Pagani, a partire da marzo 2019, su delega della Procura della Repubblica di Nocera Inferiore, nei confronti di un gruppo dedito alla gestione di una vera e propria “piazza di spaccio” in un’area del centro storico di Pagani chiamata “Casa Campitelli”. Le indagini, comprendenti attività di osservazione video, intercettazioni ambientali, servizi di pedinamento e riscontri sul territorio, hanno consentito di documentare: l’esistenza di un gruppo di soggetti, ciascuno di volta in volta addetto al ruolo di rifornitore, pusher o vedetta, che gli indagati ricoprivano in maniera tendenzialmente stabile ma, all’occorrenza, con reciproca intercambiabilità.

In particolare, il ruolo di rifornitore, emerso quale preminente nella gerarchia di importanza tra gli indagati, era ricoperto da soggetti già colpiti in passato da provvedimenti giudiziari per il reato di associazione finalizzata al traffico di stupefacenti unitamente a elementi di spicco del sodalizio mafioso egemone nell’area (clan “Fezza – Petrosino D’Auria”); la costante presenza dell’organizzazione sulla piazza di spaccio, la cui operatività, sotto forma di presidio permanente, era nota a una vasta platea di assuntori di stupefacenti provenienti sia dall’Agro Nocerino - Sarnese, sia da altre aree della Provincia di Salerno e territori limitrofi dell’area sub-vesuviana; la predisposizione di veri e propri “turni di lavoro”, finalizzati a imprimere continuità alle vendite e pianificati in modo da assecondare le cicliche oscillazioni della domanda in base all’ora e al giorno della settimana (potenziandoli, quindi, nelle ore serali e durante i week-end); l’adozione, in ragione di fattori o condizioni contingenti (flusso di acquirenti e conseguente esigenza di celerità, percezione del rischio di controlli di polizia, etc.), di modus operandi diversificati soprattutto per quanto concerne le modalità di occultamento delle dosi e le modalità di scambio stupefacente-denaro.

Nel corso dell’attività di indagine, sono stati: eseguiti consistenti sequestri di stupefacenti, soprattutto di cocaina e crack (circa 1000 dosi), nonché marijuana e hashish; effettuati 11 arresti in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio a carico di pusher e vedette, con contestuale recupero di numerose dosi di cocaina già pronte per la vendita al dettaglio, nonché di somme di denaro contante, provento dell’attività di spaccio, ammontanti complessivamente a circa Euro 10.000; documentate 155 cessioni di stupefacente, di cui 45 con riscontro sui relativi acquirenti, segnalati al Prefetto di Salerno quali assuntori con contestuale sequestro dello stupefacente acquistato; rinvenuti e sottoposti a sequestro, all’interno di depositi utilizzati dagli indagati anche per l’occultamento della sostanza stupefacente, una pistola, due giubbotti antiproiettile e tute verosimilmente impiegate per il compimento di reati contro la persona e il patrimonio.

 

Servizio di Telenuova Pagani

Cronaca

18012020 atena inc

Incidente, nel pomeriggio, sulla S.S. 19 di Atena Lucana Scalo. Per cause ancora in corso di accertamento, due vetture, una Fiat Panda ed una Nissan Micra, hanno impattato frontalmente. Ferite, fortunatamente in modo lieve, le due donne alla guida dei veicoli coinvolti. Trasportate all'ospedale "Curto" di Polla, le loro condizioni di salute non desterebbero preoccupazione. Sul posto sono intervenuti i vigili del Fuoco del Distaccamento di Sala Consilina con il capo squadra Alessandro Morello per le operazioni di soccorso alle persone ferite che poi sono state affidate alle cure dei sanitari del 118. Prontamente intervenuti sul posto i Carabinieri di Sala Consilna, per effettuare i rilievi del caso e ricostruire la dinamica del sinistro.

Cronaca

Montesano sulla marcellana invasa dal pietrisco sull'arteria stradale principale, nei pressi dello svincolo per la frazione scalo. Nella mattinata di oggi, un mezzo pesante, mentre stava percorrendo l'arteria nel tratto della SS 19. Un mezzo pesante ha perso il suo carico di materiale e pietrisco sversandolo sull'arteria stradale principale e creando non pochi disagi alla circolazione. Fortunatamente pare non ci siano feriti e nessuna seppur qualche veicolo è stato interessato dall'incidente. Sul posto sono giunti gli agenti della polizia municipale di Montesano sulla Marcellana per le verifiche e i rilievi del caso e per la gestione del traffico. L'arteria stradale, vista la sua importanza, è particolarmente trafficata. Visto il danno subito è stato necessario bloccare la circolazione su una corsia finchè non si è riusciti a liberare l'arteria dal pietrisco

Cronaca

Nell’ambito dell’inchiesta della Procura di Salerno con al centro la Commissione tributaria si aggrava la posizione di uno degli indagati.

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.