Cronaca

Cronaca

 

bombola    vvff234567

Sfiorata la tragedia a Sala Consilina. Questa mattina si è incendiata una bombola del gas in un appartamento di via Mezzacapo. Solo il tempestivo intervento dei VVFF del Distaccamento locale, guidati dal caposquadra Eugenio Siena, ha evitato il peggio. Le cause dell’incendio sono da accertare, intanto la persona che vive nella casa interessata ha riportato lievi ustioni ad una mano nel tentativo di spegnere la fiamma. 

Cronaca

Ennesimo caso di violenza su una donna. Non si ferma il clima aggressivo da parte di uomini nei confronti di compagne o ex compagne. L'ultimo gravissimo attentato che ha provocato il grave ferimento di una giovane donna è avvenuto a Salerno in Via Generale Clark dove nella serata di ieri una ragazza di 28 anni Emilia David è stata aggredita, pare per gelosia da un ex compagno 63enne infermiere presso l'ospedale Ruggi. Nel giorno di pasquetta la donna originaria della Romania è stata vederla in compagnia di un altro uomo di 33 anni.

Un impeto di gelosia irrefrenabile ha scatenato la rabbia del 63enne con cui la giovane donna aveva avuto una relazione durata 5 anni e poi interrotta dalla ragazza. Il 63enne infermiere, secondo quanto emerge, già da qualche tempo aveva iniziato a perseguitare la 28enne che, però, non aveva mai denunciato il suo stalker. Ieri sera il tragico epilogo con l'infermiere che, nel vedere la donna felice insieme al suo nuovo compagno di Capaccio, li ha raggiunti in auto lungo un'affollata Via Generale Clark ed ha colpito al cuore la ragazza rimasta gravemente ferita. Ad assistere alla scena anche un carabinieri della tenenza di Melito a Napoli, libero dal servizio che è intervenuto immediatamente nel rendersi conto dell'aggressione.

Quando è riuscito a fermare il 63enne si è reso conto che l'uomo aveva in mano un coltello insanguinato ed ha visto la donna che, scesa dall'auto si è accasciata a terra ferita. Immediati i soccorsi e il trasporto presso l'ospedale Ruggi D'Aragona dove è giunta in gravissime condizione. L'uomo, Giuseppe Ingenito, è stato invece arrestato e trasferito in carcere. Pare che il 63enne, che aveva avuto un lungo rapporto extracondigale con la donna, già in passato aveva usato violenza nei confronti di un'atra donna.  

Anna Maria CAVA

Cronaca

carabinierigenerico

Un uomo di Padula, in vacanza a Sapri, nella notte tra domenica e lunedì si trova nel punto Snai di Corso Garibaldi dove passa la serata a giocare alle slot machine. Arrivato l’orario di chiusura, realizza di aver perso tutto. Quando il gestore della sala va per raccogliere i soldi dalle macchinette e chiudere il locale, il ragazzo rientra e improvvisamente si avventa su di lui aggredendolo e sbattendolo contro una slot, nella colluttazione il giocatore riesce a sottrarre gran parte del ricavato delle giocate in contanti e si da alla fuga facendo perdere le proprie tracce.  Intervengono prontamente i Carabinieri della stazione locale che risalgono all’identità del reo e al luogo dove era ospitato. Ieri scatta il blitz a casa dell’uomo che viene trovato ancora a letto. Viene troata tutta la refurtiva che era stata nascosta nella cantina: 1625 euro in contanti e 10 ticket riscuotibili per un totale di 280 euro circa. Tutto restituito al proprietario. L’uomo, già noto alle Forze dell’Ordine per reati analoghi, è stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto e trattenuto la notte presso le camere di sicurezza della Compagnia di Sapri a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Lagonegro. Oggi l’udienza di convalida del fermo.

Cronaca

Campagna

Tragedia nel pomeriggio a Campagna. Una bambina è morta soffocata da un pezzetto di wurstel. Secondo quanto emerge pare che la piccola, mentre era a casa della nonna avendo fame aveva preso un pezzetto di wurstel che, però, non è riuscita ad ingoiare rimanendo bloccato nella gola ed impodendole di respirare. Inutile il tentativo della madre e della nonna che hanno trasportato la piccola presso l'ospedale dl Eboli. Una corsa che si è rivelata inutile per la piccola di 3 anni che è morta a seguito di un arresto cardiaco. Comunità di Campagna sconvolta per il dramma che ha colpito la famiglia

Anna Maria CAVA

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.