Cronaca

I Carabinieri Forestali di Buccino diretti dal maresciallo Zinna nella giornata di ieri hanno individuato una vera e propria discarica a cielo aperto nell’area industriale di Buccino e in particolare nel piazzale dell’ex industrial “Etitalia”.

In un’area di circa 2mila metri quadri dell’ex azienda, attualmente chiusa e gestita da un curatore fallimentare ma che fino a qualche anno fa stampava etichette, i militari hanno scoperto bidoni in plastica deteriorati e contenenti sostanze chimiche, bidoni in latta rotti e contenenti solventi, barattoli con inchiostri, secchi di resine miscelate, cisterne di varie dimensioni contenenti sostanze liquide non ancora identificate ma riconducibili presumibilmente a fanghi industriali, residui di rifiuti in plastica deteriorata e materiale ferroso arrugginito. I militari hanno inoltre verificato che le sostanze chimiche contenute in alcuni bidoni fuoriuscivano dagli stessi in quanto deteriorati.

Una scena incredibile e che ha alzato il livello di preoccupazione tra i militari. I Carabinieri hanno sequestrato l’area e disposto esami chimici per individuare la natura delle sostanze chimiche presenti in alcuni bidoni che presentavano un’etichette non leggibile. Per il curatore fallimentare è scattata la denuncia. Contestati i reati di gestione illecita di rifiuti pericolosi, deposito incontrollato di rifiuti e miscelazione di rifiuti contenenti sostanze chimiche.

Giuseppe Opromolla

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.