Cronaca

arrestopolla

I Carabinieri della Compagnia di Sala Consilina, nei giorni scorsi, hanno notificato il decreto di fermo del pubblico ministero nei confronti di un 21enne domiciliato a Polla, già noto alle forze dell’ordine, ritenuto responsabile di estorsione, rapina e porto abusivo di strumenti atti ad offendere.

Il fermo rappresenta l’epilogo dell’attività investigativa condotta dal nucleo operativo e radiomobile della Compagnia salese e coordinata dalla Procura della Repubblica di Lagonegro che ha consentito di cristallizzare, anche attraverso intercettazioni telefoniche ed ambientali, una serie di richieste estorsive condotte dall’uomo nei confronti di un imprenditore del Comune di Atena Lucana. Durante uno degli incontri, l’estorsore aveva minacciato la vittima con una pistola e poi con un tirapugni. Le investigazioni hanno consentito di rinvenire e sequestrare a carico del pregiudicato il tirapugni ed un coltello.

Il gip del Tribunale di Lagonegro, in sede di convalida, ha disposto la custodia cautelare in carcere condividendo cosi le risultanze investigative e la tesi sostenuta dall’accusa. L’uomo, dopo le formalità di rito, é stato portato nella casa circondariale di Potenza.

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.