Cronaca

Cronaca

carabinieri auto

Questa notte i Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Eboli hanno arrestato in flagranza due uomini di 73 e 56 anni per un furto all'interno di una proprietà privata in Campagna, in località Quadrivio.

I due, dopo aver forzato il cancello d'ingresso, hanno rubato un mezzo agricolo gommato per poi darsi alla fuga in direzione Eboli. I militari sono riusciti a bloccare gli autori del furto che, sottoposti ad immediata perquisizione personale, sono stati trovati in possesso di torce e arnesi atti allo scasso.

Al termine dell'attività, i due uomini, originari di Montecorvino Pugliano ed Eboli, sono stati arrestati in attesa del giudizio direttissimo di questa mattina.

Cronaca

Continuano a registrarsi numerosi casi di maltrattamenti in famiglia con il necessario intervento delle forze dell'ordine a difesa, prevalentemente di donne e bambini. Dopo il caso che ha portato all'arresto, pochi giorni fa, di un uomo di 48 anni di Torre Orsaia per maltrattamenti in famiglia, a seguito denuncia arrivata da parte della moglie lo scorso agosto, un nuovo episodio si è verificato a Vibonati.

Ad intervenire, anche in questo caso i Carabinieri della Compagnia di Sapri, guidati dal Capitano Matteo Calcagnile che sono intervenuti nella mattinata di ieri a seguito aggressione subita dalla donna in una clinica a Vibonati, da parte dell'ex compagno 24enne. Secondo quanto emerge pare che il giovane fosse stato già sottoposto a misure restrittive di allontanamento dalla casa familiare e di divieto di avvicinamento alla figlia minorenne, per le continue violenze subite dalla donna che avevano portato i giudici del Tribunale di Lagonegro ad emettere i provvedimenti nello scorso luglio.

Il 24enne, però, in violazione alle disposizioni, nella mattinata di ieri ha raggiunto l'ex compagna in una clinica di Vibonati tentando di aggredirla con una roncola, attrezzo agricolo con manico in legno e lama metallica a forma di uncino, della lunghezza di 40 cm. Immediato l'intervento dei carabinieri della stazione di Vibonati che hanno anche trovato l'attrezzo con cui il giovane aveva tentato di aggredire la sua vittima. La successiva denuncia della donna ai militari ha consentito di ricostruire il quadro della situazione che racconta di continue violenze,  minacce, aggressioni e maltrattamenti subiti dalla donna in particolare negli ultimi giorni, nonostante i provvedimenti emessi dal gip del Tribunale di Lagonegro lo scorso luglio.

Valutata quindi al pericolosità della situazione con il rischio concreto che potesse degenerare e per salvaguardare l'incolumità della figlia minorenne, per il giovane è scattato l'arresto. Il 24enne è al momento sottoposto agli arresti domiciliari in attesa di aggravamento delle misure già precedentemente assunte dalle autorità giudiziarie.

Anna Maria CAVA

Cronaca

arresto eboli droga

Questa mattina, a Eboli, a seguito di un mirato servizio volto alla prevenzione ed al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, i militari della Sezione Radiomobile della locale Compagnia Carabinieri hanno arrestato un uomo italiano del posto di 45 anni.

In particolare, la perquisizione domiciliare ha permesso di rinvenire, occultata all'interno di una stanza dell'abitazione, circa 10 kg di marijuana in essiccazione e pronta per essere immessa nella piazza di spaccio.

Al termine dell'attività, l'uomo è stato arrestato in attesa del giudizio direttissimo di domani mattina.

Cronaca

Gli anziani continuano ad essere presi di mira da truffatori e delinquenti che approfittano della loro sensibilità per impossessarsi di denaro facile. Fortunatamente, l'intervento dei carabinieri della Compagnia di Sala Consilina, al comando del Capitano Paolo Cristinziano, ha permesso di tutelare una anziano del posto rimasto vittima di un truffatore.

Ad operare i carabinieri della stazione di Sala Consilina che, a seguito accurate indagini, hanno potuto trarre in arresto un 63enne di origine napoletana colto in flagranza di reato ritenuto responsabile di truffa aggravata ai danni di un 75enne. Secondo quanto emerge pare che, il truffatore, nei giorni scorsi, avesse avvicinato al sua vittima convincendolo di essere vittima di un sortilegio in grado di provocargli gravi danni di salute.

Da ciò era riuscitI a farsi consegnare la somma di 1000 euro in contanti con la garanzia di liberare l'anziano dal presunto sortilegio. La truffa è stata nuovamente perpetrata ai danni del 75enne in occasione della visita presso il cimitero dove l'uomo è stato nuovamente avvicinato dal presunto mago che ha tentato di farsi consegnare ulteriori 500 euro per poter liberare l'uomo dal maleficio.

Al nuovo appuntamento epr la consegna del denaro, però, l'anziano non era solo, bensì era accompagnato dai carabinieri della stazione di Sala Consilina che, subito dopo la consegna del denaro al truffatore sono intervenuti ed hanno provveduto ad arrestare il 63enne napoletano con l'accusa di truffa aggravata e restituendo alla vittima quanto estorto dal truffatore. Per il truffatore si sono invece aperte le porte del carcere di Potenza dove è stato trasferito dopo le formalità di rito.

Anna Maria CAVA

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.