Cronaca

Cronaca

Non si arresta l'ondata di furti nel territorio creando anche un clima di tensione e di scarsa sicurezza per un'area che negli anni è sempre stata considerata tranquilla e lontana dalle realtà dove l'illegalità è diffusa. Si continua infatti a registrare casi di furti che interessano prevalentemente i privati come l'ultimo verificatosi a San Rufo e che ha avuto ripercussione su tutto il territorio avendo colpito un'azienda, la Media Group, che gestisce apparati ricetrasmittenti e ripetitori radio impedendo così la trasmissione del segnale radio per diverse emittenti.

La notte scorsa, intorno alle 22,30 in località Tempa di San Rufo, malviventi si sono introdotti nella struttura del ripetitore di proprietà della MediaGroup impossessandosi di numerose apparecchiature elettroniche in essa custodite per un valore di diverse migliaia di euro.

Si tratta dell'ennesimo caso di furto in pochi giorni avvenuto in provincia di Salerno ai danni di emittenti irradianti. Nei giorni scorsi, infatti, ladri avevano colpito l'emittente radiofonica di Palomonte. Sono in corso le indagini da parte dei carabinieri allertati dai tecnici che erano giunti sul posto ed hanno trovato la porta della struttura divelta constatando la mancanza delle numerose apparecchiature peraltro particolarmente costose.

Dagli ultimi dati, negli ultimi tempi, oltre a registrare un'impennata dei furti in generale,risultano in deciso aumento anche i casi di furti di apparecchiature elettroniche.“La Campania - spiegano i responsabili della società che gestisce gli apparti ricetrasmittenti -  è una delle zone più colpite. Sono apparecchiature dedicate di alcun interesse per il mercato se non per quello delle stesse emittenti”.

A causa del furto si sono registrati problemi nella ricezione di emittenti radiofoniche quali Radio Lattemiele, radio Italia anni 60, radio Azzurra, radio Balla Balla, radio Movida, radio Color, radio Carina

Anna Maria Cava

Cronaca

A conclusione delle attività di indagine della Guardia di Finanza di Vallo della Lucania, il Tribunale vallese, su disposizione delle Procura della Repubblica, ha disposto il sequestro preventivo di beni e somme di denaro per 100 mila euro ad una sedicente maga di Capaccio-Paestum. La maga, approfittando della buona fede di una signora agropolese, si era fatta consegnare 100 mila euro finiti poi sul suo conto corrente e quello dei figli. Le fiamme gialle hanno accertato che la maga aveva convinto la donna che la famiglia fosse oggetto di “fatture”, “malocchio” altri “fenomeni paranormali” che avrebbero portato alla morte del figlio. La donna ha quindi consegnato il denaro. Scoperto tutto, la Guardia di Finanza ha sequestrato, su ordine della magistratura, un appartamento, conti correnti e polizze intestate all’interno del nucleo familiare della sedicente maga.

Giuseppe Opromolla

Cronaca

auletta

Furto all’interno di un’autocarrozzeria ad Auletta la scorsa notte. I ladri sono entrati in azione e dopo aver sfondato il cancello hanno rubato all’interno l’attrezzatura utilizzata per la riparazione delle vetture (trapani, levigatrici, chiavi, flex, pistole per verniciare). Un’azione rapida e violenta con i malviventi che hanno tentato anche di rubare una vettura la quale, però, è stata abbandonata dopo poche centinaia di metri. A lanciare l’allarme è stato uno dei figli del titolare che intorno alle 5.30 mentre si recava a Polla per lavoro, passando per l’officina, ha visto il cancello di ingresso divelto. Subito avvisati i carabinieri della Compagnia di Sala Consilina che si sono recati sul posto.

Un danno quantificabile approssimativamente i circa 20 mila euro. Secondo le prime informazioni sembrerebbe che i ladri siano entrati in azione intorno alle 4 del mattino (un vicino avrebbe confermato di aver sentito un forte rumore a quell’ora). Inoltre sembra che uno dei malviventi si sia fatto male e abbia utilizzato il kit medico presente per curarsi la ferita. In più i militari hanno effettuato rilievi sulla vettura che i ladri hanno tentato di rubare ma non vi sono riusciti per cercare impronte e indizi per risalire ai malviventi. Dopo i furti all’interno delle abitazioni delle scorse settimane prosegue l’escalation di attività criminose sul territorio di Auletta.

Giuseppe Opromolla

Cronaca

Incidente mortale questa mattina a Ispani. Un'Audi A6 station wagon intorno alle ore 10,00 mentre percorreva Via Dei Normanni per dirigersi verso la parte bassa di Ispani è andata ad impattare violentemente, pare contro un pilastro in cemento e pietre che fungeva da recinzione. Al volante dell'auto una donna di 54 anni che è rimasta ferita gravemente. Per liberare la donna dalle lamiere dell'auto è stato necessario l'intervento dei Vigili del Fuoco del distaccamento di Policastro Bussentino. Ad avvertire i soccorsi i residenti allertati dal forte rumore provocato dall'impatto dell'auto contro il muro.

Sul posto immediato l'arrivo anche del personale del 118 che, vista la gravità delle ferite riportate dalla donna al volante, hanno provveduto all'immediato trasporto presso l'ospedale dell'Immacolata di Sapri dove, purtroppo, nonostante i tentativi dei medici di salvarle la vita, la 54enne è deceduta. Tra i primi a giungere sul posto anche il personale della Polizia Municipale di Ispani con il comandante Antonio Ferrara e dei carabinieri della Compagnia di Sapri per effettuare i rilievi del caso e cercare di risalire all'esatta dinamica dell'incidente oltre che individuare le cause che hanno portato la donna a perdere il controllo della sua vettura.

Dai primi e sommari rilievi, si ipotizza possa essere stato un malore avvertito dalla donna a provocare la perdita del controllo della vettura e a provocare l'impatto violento anche perché non sembra vi siano sull'asfalto segni di frenata e la 54enne, pare sia sempre stata una donna esperta e attenta alla guida.

Anna Maria Cava

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.