Cronaca

Cronaca

chicca1

Un anno e nove mesi di reclusione per maltrattamento ed uccisione di animali. Questa la sentenza emessa in primo grado dal giudice, dottore Paolo Valiante, nei confronti di Antonio Fuoco, il responsabile della barbara uccisione della cagnolina Chicca. Ventuno mesi, anche più dei sedici chiesti dal pubblico ministero. Il legale di Fuoco ha già preannunciato che farà appello ma, in ogni caso, si tratta di un verdetto esemplare, con pochi precedenti in materia.

chicca

Infatti, malgrado la riduzione che gli spettava per aver scelto il rito abbreviato, la pena è stata comunque considerevolmente aumentata in quanto il soggetto era recidivo. Significativa, inoltre, anche l'entità del risarcimento danni che il giudice ha attribuito in favore di ciascuna parte civile, oltre alle spese per i relativi legali, riconoscendo, in questo modo, valore alla tutela degli animali che perseguono le associazioni che si sono costituite parte civile. Le motivazioni della decisione saranno rese note entro quindici giorni. Una sentenza, quella di oggi, che ribadisce l'importanza di denunciare sempre tutti gli episodi di violenza nei confronti degli animali.

Cronaca

nas37447

Sospensioni e sequestri in tutto il salernitano a seguito dei controlli dei NAS effettuati a prevenzione e repressione degli illeciti in materia sanitaria ed alimentare. Coinvolti esercizi di ristorazione, panificazione, pasticcerie, macellerie, bar e rivendite di alimenti a Battipaglia, Campagna, Pagani, Mercato San Severino, Auletta e Fisciano. Hanno sequestrato oltre 1.600 kg di alimenti non tracciati. A Salerno, Battipaglia e Fisciano, con la collaborazione dell’ASL, sono stati chiusi un bar, due depositi di alimenti annessi a pasticcerie e due laboratori di produzione dolciaria a causa delle precarie condizioni igienico sanitarie e strutturali. A Torchiara e a Salerno sono state scoperte e sequestrate circa 400 confezioni di integratori alimentari e dispositivi medici contraffatti. A Salerno, Angri e Cava de’ Tirreni infine sono stati scoperti tre ambulatori odontoiatrici che erogavano prestazioni sanitarie servendosi di strutture non idonee, senza titoli autorizzativi e dei requisiti strutturali e tecnologici previsti dalla normativa di settore.

Cronaca

Immagini sconvolgenti quelle che raccontano l'incidente verificatosi nella giornata di ieri, intorno alle ore 13,00 sulla A2 del Mediterraneo e postate da un camionista di Cosenza. Un uomo di 80 anni si immette, con la sua Fiat Punto sulla A2 del Mediterraneo attraverso l'uscita di Atena Lucana sulla carreggiata nord dirigendosi però verso sud. Diversi chilometri percorsi ad alta velocità, pare circa 100 km orari, contromano creando panico tra gli automobilisti fino al terribile schianto in cui l'uomo, originario di Scafati ha perso la vita. Uno scontro frontale con un'auto, un'Audi Station Wagon, con a bordo una famiglia che, partita dalla Calabria, si stava dirigendo verso il Nord. Immagini drammatiche per i soccorsi giunti sul posto dell'incidente.

Tra i primi ad arrivare gli uomini della Polizia Stradale di Sala Consilina che era già stata allertata della presenza di un'auto che viaggiava contromano senza però riuscire a raggiungere in tempo l'uomo per fermare la sua corsa. Sul posto immediato anche l'intervento dei Vigili del Fuoco dei sanitari del 118 e del personale ANAS. Per l'uomo alla guida della Fiat Punto non c'è stato purtroppo nulla da fare. Ferite le 5 persone a bordo dell'auto che si è scontrata frontalmente con la vettura che viaggiava contromano. Dopo i primi ed immediati soccorsi dei sanitari i 5 feriti sono stati trasportati presso il vicino ospedale di Polla. Gravi le condizioni della donna che, giunta al Luigi Curto, è stata sottoposta ad intervento chirurgico a causa della gravità delle ferite riportate nello scontro ed è attualmente in Terapia Intensiva. Feriti anche i bambini di cui uno trasferito a Vallo della Lucania. Coinvolto anche un mezzo pesante che è stato sfiorato dalla vettura.

A raccontare la drammaticità dei momenti vissuti sulla A2 nel primo pomeriggio di ieri un video postato da un camionista di Cosenza che viaggiava sulla carreggiata in direzione Sud, che ha tentato anche di far fermare l'uomo a bordo della Fiat Punto purtroppo inutilmente. Giovanni La Rosa, questo il nome dell'80enne di Scafati, viaggiava a velocità sostenuto sulla corsia di sorpasso,percorrendo l'arteria autostradale mantenendo la destra, fino allo scontro fatale con l'Audi e con il camion. Il corpo dell'uomo è stato trasferito presso la sala mortuaria dell'ospedale di Polla, mentre sull'autostrada gli agenti della Polizia Stradale effettuavano i rilievi e gli accertamenti finalizzati a ricostruire l'esatta dinamica dell'accaduto. Chiuso il tratto autostradale da Padula-Buonabitacolo fino a Sala Consilina in direzione nord per diverse ore, con i traffico che è stato deviato sulla SS 19 delle Calabrie

Anna Maria CAVA

Cronaca

incidente a2 mortale

Incidente grave nel primo pomeriggio di oggi sulla A2 del Mediterraneo, tra Sala Consilina e Padula, dove al Km 98.250 un'auto contromano che viaggiava sulla corsia di sorpasso si è scontrata contro un'altra autovettura.

L'uomo, di circa 80 anni pare di Scafati, ha imboccato contromano l'autostrada ad Atena Lucana immettendosi poi sulla corsia di sorpasso percorrendo il lungo tratto che lo aveva portato anche a superare l'area di servizio sull'autostrada.

Tre i veicoli coinvolti nell'incidente: una Fiat Punto che viaggiava controsenso, una Audi ed un mezzo pesante. Sul posto immediato l'intervento delle ambulanze, dei Viglili del Fuoco e della Polizia Stradale e gli uomini dell'ANAS.

Ad avere la peggio la persona a bordo della Fiat Punto che percorreva il tratto di strada contromano. L'uomo è deceduto a seguito del violentissimo impatto. Tre le vetture coinvolte tra cui anche un'auto con a bordo una famiglia. 5 le persone coivolte che sono rimaste ferite nel violento impatto, di cui una in modo grave. Prontamente soccorse dai sanitari del 118 che sono immediatamente giunti sul posto, i feriti sono poi stati trasportati presso il vicino ospedale Luigi Curto di Polla. 

Al momento il traffico è bloccato.

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.