Cronaca

Cronaca


A distanza di pochi giorni nuovi atti intimidatori contro il sindaco e l'amministrazione comunale di Ispani. Rinvenuti due foglietti dattiloscritti con denigrazioni, minacce e un out- out per le dimissioni del sindaco Iannicelli

Cronaca


Resta chiuso all'interno del cimitero di Montesano, e cercando di scavalcare il cancello per uscire resta infilzato delle sbarre appuntite. E' quanto capitato ad un uomo di circa 70 anni residente nel Comune Termale del Vallo di Diano, che giovedì scorso, intorno alle 16,00, si era recato al cimitero del Capoluogo per pregare sulla tomba della madre. Dalle prime ricostruzioni sembra che il custode, non accorgendosi della presenza dell'uomo all'interno del cimitero, abbia chiuso la struttura e che il 70enne, al momento di uscire, si sia reso conto di essere intrappolato all'interno. L'uomo ha allora pensato di guadagnare l'uscita scavalcando il cancello, ma evidentemente qualcosa è andato storto. Perso l'equilibrio il 70enne ha scaricato il suo peso su una delle lame di ferro appuntite, rimanendo infilzato ad una gamba e sospeso sullo stesso cancello. Momenti di panico e dolorosissimi per lo sfortunato montesanese, con le sue urla disperate che sono state fortunatamente udite da un passante, che resosi conto della situazione ha dato l'allarme. Sul posto insieme alla polizia municipale ed i Carabinieri di Montesano, i Vigili del Fuoco del Distaccamento di Sala Consilina, il cui intervento si è reso indispensabile: i caschi rossi hanno infatti dovuto segare la sbarra ferro, ancora incastrata nella gamba dello sfortunato 70enne, e sono riusciti in questo modo a calare l'uomo dal cancello e a consentire l'intervento dei sanitari del 118, che lo hanno immediatamente trasportato presso il pronto soccorso dell'Ospedale Luigi Curto di Polla, dove resta tuttora ricoverato. Fortunatamente le sue condizioni non sarebbero gravi.
Antonio Sica

Cronaca


Tremendo incidente stradale sulla strada provinciale 19 Teggiano- Polla questa mattina, con una fiat Seicento che è finita in un torrente che passa sotto l'arteria stradale nel territorio della frazione di Prato Perillo. Un volo di diversi metri che ha causato il ferimento della donna alla guida dell'autovettura, una 52enne di Teggiano, che è stata recuperata dall'interno del torrente e dalle lamiere dell'auto dai Vigili del Fuoco del Distaccamento di Sala Consilina, guidati dal caposquadra Luigi Morello, giunti immediatamente sul posto dopo l'allarme. Un recupero non semplice, che ha visto impegnati i caschi rossi per alcuni interminabili minuti. La donna era stata sbalzata dal violentissimo impatto nella parte posteriore dell'autovettura, ed a rendere complicato l'intervento c'erano anche la corrente del torrente e le condizioni ambientali difficili, con le pareti laterali del corso d'acqua sprovviste di punti d'appoggio. Il recupero ha avuto successo e la donna, ferita in modo grave ma cosciente, è stata immediatamente trasportata presso l'Ospedale di Polla, dove resta in prognosi riservata. Sul posto i Carabinieri della Compagnia di Sala Consilina, quelli della Stazione di Teggiano ed i colleghi del Nucleo Operativo e Radiomobile, impegnati a ricostruire la dinamica di quanto accaduto, che dalle prime informazioni se lega alla perdita di gasolio da parte di un camion verificatasi nel corso della notte e che ha interessato diversi Km della provinciale e probabilmente anche altre arterie territoriali. Il gasolio depositatasi sull'asfalto ha reso il manto stradale scivoloso come una saponetta, e dunque probabilmente la Fiat 600, che procedeva sulla provinciale in direzione San Rufo, all'altezza del ponte ha perso aderenza slittando inesorabilmente prima verso il precipizio e poi nel torrente. Solo un caso fortuito ha voluto che l'auto non si sia ribaltata dopo il volo, nel qual caso la donna alla guida difficilmente avrebbe avuto scampo e sarebbe probabilmente annegata. I militari dell'arma indagano su chi possa avere causato lo sversamento per diversi km di centinaia di litri di gasolio, rendendo più pericolosa di una lastra di ghiaccio la Teggiano- Polla, tanto da richiedere la chiusura dell'arteria. Sul posto anche il dottor Setaro, dirigente del Settore Ecologia della Regione Campania. Poprio per le gravità delle sue condizioni la donna rimasta ferita è stata trasferita in tarda mattinata in eliambulanza presso l'Ospedale di Avellino.
Antonio Sica

Cronaca

Brutta avventura questa notte ad Atena Lucana per un autotrasportatore 52 enne di Nocera Inferiore. Mentre dormiva sul suo camion, parcheggiato davanti ai cancelli di una nota ditta del luogo in attesa di scaricare la merce, due persone, con marcato accento napoletano, con volto scoperto ed armate di pistola, lo hanno infatti rapinato, asportandogli il borsello contenente circa 300 euro. I malviventi si sono subito dileguati a piedi nella campagne circostanti. Immediato l'intervento dei Carabinieri della Compagni di Sala Consilina, che hanno subito attuato numerosi posti di blocco, ma dei malviventi non è stata trovata nessuna traccia e le ricerche hanno dato esito negativo.alt

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.