Cultura

Cultura

Domani pomeriggio, a partire dalle ore 18,00, il Centro Parrocchiale di S.Marco a Teggiano sarà teatro di presentazione del libro "SEDEVACANTISTI", scritto dal vaticanista Francesco Antonio Grana per rispondere agli attacchi infondati ed ingiustificati contro Papa Bergoglio, ripercorrendo i suoi successi in campo ecclesiale e geopolitico. Innumerevoli sono stati i "detrattori" del Pontefice in questi ultimi anni, accusato di non essere stato eletto legittimamente, di essere eretico e di voler canonizzare addirittura Martin Lutero. Molti i temi trattati da Francesco in questi quasi cinque anni di pontificato, con l'inevitabile conseguenza della critica, a volte aspra, da parte di miscredenti e cardinali, come nel caso delle aperture verso le persone divorziate e risposate. Il libro verrà discusso, oltre che dall'autore, dal Prof. Rocco Cimino e dal Parroco di S.Marco don Vincenzo Gallo, moderati dal giornalista Pasquale Sorrentino, mentre i saluti finali saranno affidati al Sindaco Michele Di Candia e dal Presidente delle Acli salernitane Gianluca Mastrovito. La comunità di San Marco di Teggiano continua a mostrare interesse e apertura verso i momenti culturali di più ampio respiro, creando momenti di riflessione utili alla crescita della comunità. Questo appuntamento aprirà gli eventi natalizi promossi dal Circolo Acli "Camminare insieme" che quest'anno vede coinvolto il gruppo locale dell'Azione cattolica. Non solo cultura, ma anche socializzazione e condivisione, ricordando in tal senso la rievocazione della natività che si terrà il prossimo 30 Dicembre a partire dalle ore 17,30, con la riproposizione di scene religiose e la degustazione gratuita di prodotti locali.

Cultura

intreccidimondiparalleli

Sabato 16 dicembre alle ore 18.00, presso la Nuova Aula Conferenze nella corte esterna della Certosa di San Lorenzo a Padula, la presentazione del libro “Intrecci di mondi paralleli” di Pasquale Tuozzo, a cura dell’Associazione Voltapagina e con il patrocinio del Comune di Padula.

Il libro è una favola moderna che racconta una storia in cui si fondono perfettamente reale e immaginario. La protagonista di questa vicenda, raccontata con maestria e talento, è una curiosa ragazzina di nome Sbarazzina, dalla straordinaria sensibilità. La piccola incontra una coppia di fidanzati di nome Aghèmothos e Piolette. Questo incontro fa scoccare la scintilla del cambiamento.

Scritto con un linguaggio attuale e piacevole, il libro rielabora messaggi universali come l’importanza di credere nei propri sogni e nei sentimenti, senza mai smettere di credere nel potere dell’amore nell’eterna lotta con l’egoismo. 

I saluti istituzionali saranno affidati a Paolo Imparato. Interverranno Paola D’Angelo, presidente dell’Associazione Culturale “Voltapagina”, e Annamaria Colucci, docente presso il Liceo Classico “Cicerone” di Sala Consilina. Durante l’incontro, moderato da Filomena Chiappardo, Assessore alla Cultura del Comune di Padula, il Maestro Enzo D’Arco e l’attrice Antonella Giordano leggeranno brani tratti dal libro. Gli intermezzi musicali saranno curati da Vincent Vitale. Sarà presente l’autore. 

Cultura

 

 Gli studenti dell'istituto De Petrinis di Sala Consilina si interrogano sul tema della sicurezza stradale e, per meglio essere sensibilizzati sul tema, si appoggiano a docenti d'eccezione.

Ieri mattina, presso l'aula magna dell'istituto De Petrinis a Sala Consilina, il rappresentante d'istituto Francesco Tortora ha accolto gli studenti delle classi IV e V del geometra dove sono giunti per parlare proprio del tema della sicurezza stradale e dell'importanza di rispettare le regole il comandante della sottosezione di Polizia Stradale di Sala Consilina Ispettore capo Rufino Tortora, il capo squadra esperto Luigi Morello del distaccamento dei Vigili del Fuoco di Sala Consilina e l'associazione Life sicurezza stradale con il presidente Daniele Campanelli e Don Franco Maltempo, quest'ultimo che ha formulato il suo saluto agli studenti, ringraziandoli per l'invito e soprattutto per la sensibilità mostrata al teme della sicurezza sulle strade.

L'iniziativa partita dal rappresentante d'Istituto Francesco Tortora ha suscitato un grande interesse tra gli studenti che hanno seguito con attenzione la lezione speciali apertasi con un video che, seppur da toni forti e duri, ha però da subito fatto comprendere la drammaticità degli accadimenti legati agli incidenti stradali in cui perdono la vita spesse volte proprio giovani e giovanissimi coetanei degli studenti che ieri hanno assistito alla lezione, distruggendo e segnando la vita di tante famiglie che, difficilmente, riescono ad elaborare il lutto come spiegato da Daniele Campanelli che ha raccontato la sua esperienza per la scomparsa prematura di suo fratello Christian Campanelli a cui ha voluto dedicare un premio proprio per sensibilizzare giovani ad una maggiore attenzione sulle strade.

Forte e duro anche l'intervento del caposquadra esperto dei vigili del fuoco di Sala Consilina Luigi Morello che ha sottolineato come il loro intervento arriva spesso quando è troppo tardi. La crudeltà delle immagini che il vigili del fuoco sono costretti a dover sopportare porta quindi Luigi Morello ad essere tra i relatori più duri proprio per cercare di far comprendere quanta drammaticità c'è intorno ad un incidente stradale provocato troppo spesso dalla disattenzione e dal non rispetto delle regole dello codice della strada.

Quest'ultimo argomento è stato approfondito dall'ispettore capo della Polizia Stradale Rufino Tortora che ha ribadito come il compito degli agenti della stradale, spesso visti come nemici, nella realtà è solo di aiuto e di sostegno per imporre un corretto uso dei veicoli ed impedire tragici incedenti.

Durante i numerosi interventi gli studenti del De Petrinis di Sala Consilina hanno mantenuto il massimo silenzio e ascoltato con grande attenzione e concentrazione segno evidente di quanto il tema fosse particolarmente toccante e gli interventi siano riusciti a toccare il loro animo e la loro sensibilità. 

Cultura

FRANCHETTILIBRO

Venerdì 15 dicembre a Padula, presso l’agriturismo Aia Antica, alle ore 19:45 lo scrittore e documentarista Giorgio Franchetti, autore del libro "A Tavola con gli antichi romani”, parlerà dell’evoluzione della cultura romana relativamente alle loro abitudini a tavola a cominciare dalle origini per passare a come mangiassero i popoli antecedenti a loro, dei traffici di cibo lungo il Mediterraneo e di come i Romani conservassero il cibo. Nel libro trovano spazio tantissime interessanti ricette, riprese da Apicio, da Catone, da Varrone e da Columella. Il volume si avvale della preziosa collaborazione dell’archeocuoca Cristina Conte, che si è occupata della ricostruzione delle ricette proposte nel libro. Al suo interno si possono trovare 124 gustosissime ricette e 10 schede di approfondimento su alcuni importanti argomenti, come ad esempio il myrtatum, cioè l'antica mortadella, e tanti aneddoti legati a personaggi famosi dell'antica Roma.

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.