Cultura

Promuovere la programmazione strategica della cultura, come volano e strumento per lo sviluppo dei territori, anche attraverso lo scambio di buone pratiche sul tema della valorizzazione dei beni culturali e del turismo ad esso collegato. È questo lo scopo della Rete Città della Cultura, a cui il Comune di Padula ha deliberato di aderire.

La Rete nasce nell’ambito della Community di LUBEC, recependo le istanze presentate dalle Città candidate a Capitale Italiana della Cultura nel corso dell’incontro annuale per lo sviluppo della filiera beni culturali-tecnologie-turismo, a cui il Comune di Padula ha preso parte nello scorso mese di ottobre. Aderendo alla Rete, gli Enti si impegnano a diffonderne le iniziative e a contribuirne all’allargamento e a prendere parte alle iniziative di interesse generale che saranno concordate.

Risulta strategica, si legge nella delibera del Comune di Padula, la necessità di una piattaforme di confronto e scambio che diffonda linee guida e buone pratiche utili per mettere in atto processi di gestione integrata ed innovativa della cultura. Dunque la Rete nasce in risposta a questa necessità e si pone tra i vari obiettivi quello di promuovere la programmazione culturale quale strumento di governo e di valorizzare in modo integrato il patrimonio storico-culturale delle Città aderenti, consentendone la “messa a sistema”.

La Promo PA Fondazione ha quindi definito i termini di adesione alla Rete attraverso una Carta di condivisione dei principi, a cui il Comune di Padula ha deliberato di aderire.

Antonella D'ALTO

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.