Eventi

Eventi

Una giornata autunnale ma non troppo. Calda e soleggiata, come forse pochi si aspettavano ma ideale per far da cornice alla Festa dell’Autunno organizzata ieri dalla Pro loco Athena Nova. Atena Lucana in festa fino a sera per celebrare i colori, i profumi e i sapori di stagione in una variegata manifestazione dedicata al periodo dell’uva, delle castagne, delle zucche, dei funghi.

Tutta la comunità è stata coinvolta nel ricco programma che ha annoverato sfilate allegoriche, degustazioni, mostre, musica e tanto altro.

La giornata è iniziata con il raduno dei carri allegorici nella Piazza adiacente la Cappella Maria Ss. di Costantinopoli. Quindi la sfilata per il paese, dal Capoluogo alla frazione Scalo passando per contrada Fuorchi, le località Limite del Pozzo e Macerrina. Tante le soste rionali, tutte una grande festa all’insegna della convivialità con aperitivi e assaggi offerti dai residenti. Arrivati nel piazzale dell'Auditorium Cirillo poi il pranzo con le pietanze preparate dalla stessa Pro Loco. E anche qui giochi, mostre fotografiche e dei lavori degli alunni delle scuole locali. Poiché non è festa senza la musica, ad allietare la giornata la Band del Maestro Nicola Casale.  Nel corso della serata poi è stato decretato il carro allegorico vincitore della Festa dell’Autunno 2019: “La Taverna di Bacco” il più votato dalla giuria popolare.

Molto soddisfatta per la riuscita della manifestazione si è detta la Presidente della Pro loco Athena Nova, Mariella di Santi, che ringrazia tutti per la grande partecipazione e la fattiva collaborazione.

Rosa ROMANO

Eventi

Grazie alla Fondazione Montepruno da ieri l'istituto Omnicomprensivo di Marsicovetere è una scuola Cardioprotetta. Con una cerimonia ed un incontro pubblico nel corso del quale è stata spiegata l'importanza di essere in possesso di adeguate apparecchiature che assicurino il pronto intervento, il presidente della Fondazione Michele Albanese, accompagnato dal Vice-Presidente della Banca Monte Pruno Antonio Ciniello, dal Vice-Direttore Area Mercato Antonio Pandolfo, dal Preposto Michele Landolfi e dal Direttore della Fondazione e Responsabile della Segreteria di Direzione generale Antonio Mastrandrea, ha consegnato alla Dirigente scolastica Maria Giano e al sindaco Marco Zipparri due defibrillatori semiautomatici da posizionare all'interno dell'istituto scolastico ma al servizio del'interno territorio comunale. Un dono di grandissimo valore proprio perché strumento indispensabile delle prime fondamentali operazioni salvavita in caso di arresto cardiaco.

Inizia così il lavoro e l'impegno della Fondazione Monte Pruno al servizio dei territori della Basilicata su cui opera la Banca Monte Pruno. E lo fa con un dono davvero speciale che contribuirà a rendere il comune cardioprotetto e sicuro. Dono particolarmente apprezzato dall''Amministrazione Comunale di Marsicovetere ieri rappresentata, oltre che dal sindaco anche dall'assessore alla cultura e all'istruzione Gina Ielpo, sottolineando come l’Istituto Omnicomprensivo ospiti circa 650 persone, tra alunni e personale, ed installare dei defibrillatori significa ridurre un rischio potenziale a cui sono esposti tutti. In aggiunta, tali strumentazioni saranno anche geolocalizzate, così da permettere, all’atto dell’apertura dell’armadietto che li conterrà, l’arrivo dei sanitari del 118 in dodici minuti per intervenire sul posto. Forte il senso di gratitudine manifestato dal sindaco nel confronti della Fondazione Monte Pruno oltre che dell'Istituto di credito che, con il gesto, hanno dimostrato grande sensibilità nei confronti del comune e dei suoi cittadini.

Una sensibilità che, da parte del presidente della fondazione e direttore generale della Banca Monte Pruno Michele Albanese, accompagnato ieri alla è stata ribadita con forza soprattutto per ciò che riguarda il sostegno alle giovani generazioni e verso la prevenzione attraverso significativi gesti come la donazione dei defibrillatori ma anche in futuro manifestando piena disponibilità a sostenere azioni e iniziativa che saranno intraprese sul territorio comunale di Marsicovetere.

Anna Maria CAVA

 

 

Eventi

Annunciate grandi sorprese per gli eventi Grotta Briganti e Cacio di questa edizione ed ecco svelata la prima. Un vulcano di energia e simpatia arriverà a Monte San Giacomo per “La Pera Lardara” che si terrà sabato 26 e domenica 27 ottobre. Statunitense naturalizzato italiano Andy Luotto è un cuoco prestato alla televisione. Nell’immaginario collettivo è entrato a partire dal 1976 con Renzo Arbore e L’altra domenica. La sua personalità eclettica lo ha portato a fare poi tante diverse esperienze. Sarà lui a presentare la Regina del Cervati.

“Perché la Pera Lardara non è semplicemente un frutto della terra – dicono da Grotta Briganti e Cacio – È anche il prodotto della pronta e acuta capacità di osservazione e adattamento dei nostri nonni. Rappresenta la cultura del nostro territorio”.

Saranno due giorni intensi con passeggiate tra i peri selvatici dei Vallicelli, seminari, show cooking e degustazioni. Si parte sabato sera alle ore 20:30, presso il ristorante Rezzo, con l’apericena didattico sulla Pera Lardara: abbinamenti e caratteristiche del frutto antico del Monte Cervati. Conduce la giornalista gastronomica Antonella Petitti, ospite d’onore: Andy Luotto. Parteciperà alla serata il Prof. Gianluigi Mauriello dell’Università Federico II di Napoli.

Domenica poi alle ore 9:30 il raduno dei partecipanti in Piazza Sandro Pertini per dirigersi verso la località Vallicelli, alle pendici del Cervati; alle ore 10 l’escursione didattica tra i peri selvatici; alle ore 13:30 tutti a pranzo (sempre al ristorante Rezzo) che si preannuncia come un grande show, con Andy Luotto. Insieme con i cuochi rurali di Casa del Peraino, proporrà un intero menù con la Pera Lardara, dall’antipasto al dolce, e ne racconterà curiosità e ricette con Antonella Petitti. 

Rosa ROMANO

Eventi

Anche Sala Consilina tra i comuni che aderiscono alla settimana del benessere psicologico promossa in Campania dall'Ordine degli psicologi regionale. L'appuntamento a Sala Consilina per parlare dell'importanza della terapia per il benessere fisico e mentale. Dal 14 al 19 ottobre calendario fitto di appuntamenti in Campania con circa 180 comuni che hanno aderito all'iniziativa degli psicologi, coinvolgendo anche le scuole al fine di renderli città e scuole amiche del benessere psicologica. A Sala Consilina l'evento è in programma per domenica 20 ottobre alle ore 19,00, presso il Polo Culturale Cappuccini si terrà l'incontro su  “Il Lascito Positivo del Trauma.

La Crescita Post- Traumatica. Cambiare in meglio affrontando le conseguenze del trauma”. Un tema che sarà affrontato avvalendosi anche di testimonianze sulla crescita post traumatica oltre che con l'ausilio di esperti. L'incontro, moderato dal giornalista Lorenzo Peluso, si aprirà con i saluti del sindaco di Sala Consilina Francesco Cavallone. A seguire gli interventi della presidente dell'ordine degli Psicologi della Campania Antonella Bozzaotra.

La relazione sarà invece affidata alla Dott.ssa Teresa Menafra psicologa Psicoterapeuta che si soffermerà in particolare proprio sul tema del trauma e della crescita a seguito di un trauma psicologico. Interessante poi seguire le testimonianze di crescita post traumatica tra cui quella su Carlotta Nobile, violinista di fama nazionale direttrice artistica dell’Orchestra da camera della sua città (Benevento), storica dell’arte, scrittrice e blogger. Tutto questo in soli 24 anni: l’età in cui il cancro scoperto venti mesi prima se l’è portata via. La lotta di Carlotta contro il cancro la porta non solo a un cambiamento nelle priorità ma pure alla scoperta della forza e delle risorse presenti dentro di sé e, seppure non praticante, la conduce a un’adesione piena e radicale alla fede cristiana. Le sue parole negli scritti che ci ha lasciato «Non voglio che il cancro mi fermi. Voglio che mi formi» e la sua vita testimoniano un’eccezionale crescita e come un’esperienza dolorosa possa essere vissuta anche come occasione di rinascita.

L'evento di domenica 20 ottobre al Polo culturale Cappuccini vedrà i temi dell'inclusione e del benessere psicologico, declinati secondo la prospettiva della crescita post-traumatica considerando come l’inclusione/accoglienza nella propria vita delle conseguenze del trauma possa condurre a risultati positivi in termini di rapporti con se stessi, gli altri, il mondo sfociando, col tempo, in un maggiore benessere psicologico rispetto alla vita pre-trauma.  

Anna Maria CAVA

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.