Eventi

Si è conclusa ieri la terza edizione de “Polla in corto”, il festival di Cortometraggio nato dalla collaborazione delle associazione Tempo e Memoria e I ragazzi del Ponte. La Giuria, composta dai registi Filippo Marmo, Tommaso Del Bagno, dai giornalisti Gianpaolo D’Elia e Donato D’Elia, dalla psicoterapeuta Francesca Casciano e dal Responsabile Marketing e Comunicazione Conad-Cassiopea Cristina Biscotti ha assegnato i premi ai cortometraggi in gara. Il Premio miglior regia a “Collettività-Istituto Massimo di Roma” con il film “Switch” per l’abilità nella direzione degli attori e la bravura nel  raccontare una storia, in cui è ritratto il confronto fra due generazioni. Il premio miglior corto al film “Il Principe” di Davide Santucci per l’uso delle immagini animate  che creano un buon movimento narrativo. Per lo sviluppo dell’idea e la qualità della scrittura ironica e sorprendente il premio di miglior sceneggiatura a “Il Palo” di Mark Petrasso. Il premio miglior attore a Giorgio Colangeli attore di “Dindalò” film di Simone Paralovo per la grande forza espressiva data al presonaggio. Il premio miglior attrice a Paola Sambo protagonista de “Switch” di Collettività-Istituto Massimo di Roma in quanto ha saputo  esprimere al meglio due ruoli contrapposti. Chiude così i battenti la terza edizione de “Polla in corto” che ha visto alla direzione artistica della manifestazione Gianluca De Lauso e che ha visto nella serata di ieri la proiezione del film “Volevo solo vivere” che  ha riportato alla ribalta delle cronache nazionali la tragica vicenda del Treno 8017 e della strage di Balvano. 

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.