Politica

Politica

Questa mattina l'ex premier Matteo Renzi puntualissimo è giunto a  Sassano, per la presentazione, presso il Cine Teatro Totò del suo libro "Un'altra Strada - Idee per l'Italia di domani" edito Marsilio in cui l'ex rottamatore, che 10 anni fa, da sindaco di Firenze si prepose come rinnovatore della Politica, diventando in breve presidente del Consiglio dal febbraio 2014 al dicembre 2016, vuole oggi, con questo libro presentare la sua idea rinnovatrice della politica. Questa mattina, dopo una lunga attesa, il Senatore ha anche rilasciato alcune dichiarazioni ritornando anche su alcune delle decisioni del Governo Renzi tra cui il taglio dei cofinanziamento ai fondi dell'Unione Europea per le regioni Campania, Calabria e Sicilia definite Obiettivo Convergenza, come spiegato dal quotidiano Il Sole 24 Ore in un articolo del 14 agosto 2014 in cui veniva annunciata la decisione assunta da Matteo Renzi e Graziano Del Rio che, però, il Senatore Renzi ha dichiarato essere falso

Presente anche l'On Maria Elena Boschi ex ministro per le riforme che è tornata sulla Riforma del Credito Cooperativo definita dalla stessa un atti che consente alle BCC di sostenere ancor più i territori interno.

Anna Maria CAVA

Politica

pdlogo

Sono noti i nomi degli esponenti del Partito democratico eletti nelle file della lista vincente di Sud Dem che ha sbaragliato la concorrenza vedendo eletto il candidato leo Annunziata a capo dell'assemblea regionale. Ad essere eletti del Vallo do Diano i tre candidati locali Gaetana Esposito di Sassano, Francesco Spinelli di Sala Consilina e Vittorio Esposito di Sanza. Inoltre è stata eletta anche Marinella Vulturale, particolarmente conosciuta e apprezzata nel territorio valdianese dove è spesso presente che nel ringraziare per il sostegno ricevuto, non ha dimenticato il Vallo di Diano. “È con grande gioia – scrive Marinella Vulturale sul suo profilo facebook. - che vi comunico di essere stata eletta nell'assemblea regionale del PD con la lista Sud dem.  Scrivo questo post con la consapevolezza e la necessità di ringraziare tutti coloro i quali hanno contribuito alla mia elezione. Il mio pensiero va alla mia città di Bellizzi, ai miei colleghi, alla Segreteria Provinciale del partito e tutto il collegio 19. Non dimentico gli amici del Vallo di Diano. Nell'assumere questo impegno con tutti voi – conclude - prometto di essere semplice ed equilibrata come sempre". Per ciò che riguarda le altre liste risulta eletta anche Carmen Costa candidata per Armida Filippelli e Lidia Concetta Pinto per la lista di Umberto Del Basso De Caro. All'assemblea nazionale, unica eletta del Vallo di Diano e l’assessore del Comune di Teggiano, Claudia Colitti

Anna Maria CAVA

Politica

strianese salvini

Fa discutere un post del presidente della Provincia di Salerno Michele Strianese. Lega Salerno ha pubblicato ieri la foto del commento del presidente Strianese sotto un post del 28 gennaio scorso del vice premier e ministro dell'Interno Matteo Salvini a Sulmona in Abruzzo durante la campagna elettorale per le regionali. L'esponente del PD e sindaco di San Valentino Torio commentava con un "Ma Sparati".

Il post è stato ripreso e pubblicato dalla Lega Salerno commentando con un secco "No Comment" ricordando il ruolo ricoperto da Strianese come presidente di Provincia.

La vicenda è stata ripresa anche dallo stesso Vice Premier postando l'articolo del quotidiano Il Giornale commentato laconico "Poi si definiscono democratici".

Il presidente della Provincia, dal canto suo si giustifica dichiarando di non essere stato lui a scrivere quelle parole dato che il suo profilo viene aggiornato anche dai suoi familiari e dal suo staff. Inoltre Strainese dice "Mi scuso per il malinteso. Anche se non condivido nulla del politico SALVINI e dei suoi modi di esprimersi, ho rispetto per quello che rappresenta dal punto di vista istituzionale".

Politica

Primarie del Partito Democratico per la scelta del segretario nazionale e regionale. La Campania e il salernitano in netta controtendenza rispetto al resto d'Italia dove ha trionfato il programma e il progetto di Nicola Zingaretti che ha vinto con circa il 70% dei consensi. Secondo Maurizio Martina che ha raggiunto in Italia solo il 18% dei consensi mentre il terzo Roberto Giacchetti si è fermato al 12% delle preferenze. Per quanto riguarda invece la scelta del nuovo segretario regionale, vince Leo Annunziata, sostenuto dal governatore De Luca che subentra così all'uscente Assunta Tartaglione. Circa 1 milione e mezzo gli elettori che ieri, in tutta Italia si sono recati ai seggi allestiti in tutti i comuni per la scelta dei nuovi segretari regionali e del segretario nazionale.

In Campania la linea del presidente della Regione Vincenzo De Luca a sostegno dell'uscente Maurizio Martina subentrato alla guida del partito dopo le dimissioni dell'ex premier Renzi ha consentito un testa a testa tra i due. Una linea che è stata condivisa dal territorio valdianese in cui il nuovo segretario pur vincendo nella maggior parte dei comuni, ha ottenuto in totale circa 100 preferenze in meno rispetto a Martina. Circa 1300 i voti per Martina rispetto ai circa 1200 i voti per Zingaretti nonostante riesca a risultare vincitore in 6 seggi quali: Monte San Giacomo, Montesano Sulla Marcellana, Teggiano, San Pietro al Tanagro, Polla e Padula. Martina vince in solo 4 seggi che sono Sanza- Buonabitacolo, Sassano, Sala Consilina e nel seggio di Sant'Arsenio-San Rufo ottenendo però un discreto numero di preferenze che gli consente di risultare il più eletto in generale nel Vallo di Diano.

Anna Maria CAVA

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.