Politica

Politica

In Campania c'è fermento in vista delle prossime elezioni regionali. Al momento in primo piano è la scelta per i partiti, dei nomi su cui puntare per la presidenza della regione. Nel centro destra i giochi sembrano essere stati ormai definiti. Arriva l'ok dell'intera coalizione sulla scelta del candidato alla presidenza, compatti sul nome di Stefano Caldoro, già governatore della Regione Campania negli anni dal 2010 al 2015. L'annuncio è arrivato nella serata di ieri al termine di un incontro in Senato direttamente da Silvio Berlusconi.

Un nome che mette quindi tutti d'accordo con Lega e Fratelli d'Italia che avrebbero manifestato il loro sostegno e l'approvazione sul nome del capogruppo di opposizione in consiglio regionale. Fuori dai giochi invece Mara Carfagna che, secondo il quotidiano Il Mattino sembrerebbe sempre più lontana dal partito che l'ha lanciata in politica. Stefano Caldoro è quindi il nome su cui si punta per la guida della Regione Campania e per sfidare il centro sinistra che, al momento, dovrebbe puntare ancora su Vincenzo De Luca. Il suo nome era in bilico visto il veto dei 5 stelle ipotizzando una nuova presenza in coalizione.

Dopo l'esito delle elezioni regionali in Umbria, in cui i partiti di governo con il gruppo PD-M5S sconfitto, i pentastellati  non sembrerebbero disposti a ripetere l'esperienza. Se così sarà, non essendo state presentate proposte alternative, epr De Luca strada spianata per la ricandidatura. Stefano Caldoro, intanto, forte anche del sostegno e della stima ricevuta non soltanto da Silvio Berlusconi ma anche dai leader della coalizione Giorgia Meloni e Matteo Salvini, è già a lavoro per proporre la sua idea di Campania. L'impegno del candidato presidente è anche rivolto a ricompattare il gruppo di Forza Italia per una campagna elettorale all'insegna dell'unità e dell'intesa. Secondo quanto riportato sul quotidiano Il Mattino, infatti, il leader di Forza Italia ha deciso di puntare sull'ex governatore proprio per la sua capacità di interazione e di confronto.

“Ho già ringraziato il presidente Berlusconi. - ha dichiarato Stefano Caldoro - Adesso a lavoro per un centrodestra unito allargato con esperienze e liste civiche. Per vincere”

Anna Maria CAVA

Politica

In vista delle prossime elezioni regionali in Campania si scaldano i motori per la presentazione di liste e candidati. Il centro destra si presenterà compatto a questa sfida in attesa di definire il nome del candidato alla presidenza.

Intanto Edmondo Cirielli, esponente di Fratelli d'Italia analizza l'attuale situazione politica evidenziando come, gli elettori di sinistra, sono oggi delusi dalle politiche dei loro partiti di riferimento sempre più attente alle esigenze dei poteri forti, e sempre più locane delle reali necessità delle persone.

TV Oggi

 

Politica

casalbuono

Il tribunale di Lagonegro conferma la delibera di consiglio comunale di Casalbuono in cui veniva dichiarata la decadenza da consigliere del comune di Francesco Romano il candidato sindaco della lista Civica per Casalbuono. L'amministrazione guidata da Carmine Adinolfi, aveva sollevato l'incompatibilità per effetto di una pendenza tributaria da parte dello stesso Francesco Romano nei confronti del Comune. Pendenza che non è stata sanata nei tempi richiesti e che, di conseguenza, ha portato alla decadenza dalla carica di consigliere di Romano. Lo stesso ha poi presentato ricorso contro la delibera. I giudici della sezione civile in camera di consiglio hanno rigettato il ricorso dando ragione quindi al Comune di Casalbuono nella controversia ed hanno condannato Francesco Romano al pagamento delle spese di lite a favore del Comune   

Politica

Le attuali politiche ambientali in materia di rifiuti adottate dalla Regione Campania sotto accusa da parte del capo dell'opposizione in consiglio regionale Stefano Caldoro che, raggiunto da noi telefonicamente, analizza il problema e auspica soluzioni utili e definitive. Politiche che, negli ultimi anni, secondo Caldoro, hanno portato ad un annullamento di quanto fatto in precedenza con il concreto rischio di nuove sanzioni da parte dell'Unione Europea. Per Caldoro è necessario intervenire con la creazione di nuovi impianti, magari al servizio di ciascuna provincia campana per evitare il verificarsi di nuovi disagi in occasione di futuri stop dell'unico termovalorizzatore in funzione per tutta la Regione Campania. Impianti che, per Caldoro, saranno anche utili a trasformare i rifiuti in energia.

Anna Maria CAVA

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.