Politica

Politica

elezioni comunali

Il Consiglio di Stato annulla l’elezione di Mario Pepe a sindaco di Postiglione e del Consiglio comunale proclamato eletto a seguito delle consultazioni elettorali del 20 e  21 settembre 2020.  

Carmine Cennamo e i componenti della sua lista avevano impugnato gli esiti elettorali dinanzi al Tar Salerno, ma il ricorso era stato respinto.

C'è stato, poi, l'appello al Consiglio di Stato che ha annullato la “proclamazione degli eletti nelle elezioni svoltesi in data 20 e 21 settembre 2020” e disposto la “ripetizione delle elezioni del Comune di Postiglione limitatamente alla Sezione I”.

Politica

ANGELA DALTO

MICHELA CIMINO

Definiti gli esiti delle urne e gli elettori si sono pronunciati. Per i 3 comuni in cui si ripresentavano gli uscenti i cittadini hanno confermato la loro fiducia ai sindaci in carica. A Teggiano raggiunto il quorum del 40% restava solo da accertare la validità dei voti per l'unica lista in campo capeggiata da Michele Di Candia che resta saldamente alla guida della città medievale del Vallo di Diano.

A Montesano resta alla guida del comune con uno scarto di voti considerevole Giuseppe Rinaldi che ha sconfitto pesantemente la lista antagonista capeggiata da Rosa Campiglia. Nessun dubbio sin dalle prime battute nella città termale dove, all'apertura delle schede, si è subito registrato un netto e deciso vantaggio da parte del sindaco uscente sulla lista contrapposta. In poche battute Rinaldi e la sua compagine, che correva sotto il simbolo ormai consolidato di Nuova Montesano, hanno doppiato e ampiamente superato la lista della sfidante Campiglia Uniti per Montesano. Ben più combattuto invece lo spoglio a Monte San Giacomo dove, fino all'ultimo momento, non è stato chiaro l'esito delle elezioni con un testa a testa senza esclusione di colpi tra i due candidati Accetta, sindaco uscente e D'Alto sua ex vice sindaco.

Un testa a testa che ha poi portato a Monte San Giacomo ad un netto vantaggio per l'ex vice sindaco che, dopo un iniziale vantaggio dell'uscente si è imposta con uno scarto importante andando così a conquistare la fascia tricolore e la guida del suo comune e battendo Raffaele Accetta che ha dovuto cedere le chiavi della casa comunale. Fasce tricolore in rosa nel Vallo di Diano. Per la prima volta, nella stessa tornata elettorale i cittadini di due dei 4 comuni al voto si affidano ad una donna per guidare il proprio comune. Raffaele Accetta e Paolo Imparato escono sconfitti dalla competizione.

Anna Maria CAVA

Politica

É caduta l'amministrazione comunale di Albanella. Sette consiglieri hanno sfiduciato il sindaco Rosolino Bagini rassegnando le dimissioni questa mattina.

Politica

La campagna elettorale è ufficialmente partita anche nei comuni al voto nel Golfo di Policastro. Carica di candidati per i comuni di Vibonati e di Santa Marina dove sono s 3 le liste in campo per contendersi la guida del paese.

A Vibonati verso il cambio con un nuovo sindaco che rappresenterà il comune. L'uscente Franco Brusco, infatti, pur potendo presentarsi per il secondo mandato da primo cittadino, non ha presentato alcuna compagine, lasciando ad altri la corsa verso la fascia tricolore. A contendersi la carica di sindaco saranno Giovanni Scognamiglio che, già da diverse settimane aveva annunciato la sua discesa in campo sotto il simbolo di "Entra nel Futuro"; Vincenzo Cernicchiaro che scende in campo con la lista che corre sotto il simbolo di "Paese Unito" ed infine Manuel Borrelli che, con la lista "Avanti nella Continuità", si propone per essere eletto nuovo sindaco del comune. Sfida a tre quindi per il dopo Brusco che, dopo 5 anni di amministrazione, lascia spazio ad una nuova figura per amministrare il comune balneare.

Sfida a tre anche a Santa Marina dove però. A differenza di quanto accaduto a Vibonati, il sindaco uscente Giovanni Fortunato resta in campo per puntare al secondo mandato da primo cittadino, proponendosi con la lista che corre sotto il simbolo di "Gruppo Fortunato". A sfidare l'uscente scendono in campo Vincenzo Castaldo con la lista "Insieme per Tutti" e Paola Tancredi unica donna nel Golfo di Policastro a puntare alla fascia tricolore sostenuta dal gruppo "La storia continua".

Intanto dal Cilento arrivano notizia di diverse liste che, dopo la regolare presentazione sono state poi escluse dalla competizione elettorale con la campagna elettorale che, a meno di ricorsi favorevoli agli esclusi, vedranno una sola compagine in campo. È accaduto a Perdifumo dove risultano ben due le liste escluse dalla commissione elettorale di Vallo della Lucania di cui una dell'uscente Vincenzo Paolillo in corsa per il terzo mandato e la lista di Rosaria Malandrino, ex vice sindaco del comune. Secondo quanto emerge pare che entrambe le liste siano state escluse per la mancata presentazione del simbolo che, si ipotizza, vedrà ora la presentazione dei ricorsi da parte degli interessati anche perché potrebbe anche esserci stato un errore nella trasmissione degli atti alla commissione. Al momento comunque pare ufficializzata solo la lista a sostegno del sindaco Antonio Mondelli. Stessa situazione anche a Ogliastro Cilento dove, sempre per la mancata presentazione del simbolo, è stata esclusa la lista "LeAli" in campo a sostegno del candidato Vincenzo Oricchio. Anche nel comune di Ogliastro, quindi, se confermata la decisione della commissione elettorale, ci sarebbe la sola lista "Con Voi più Uniti" del candidato Paolo Astone  in campo per le prossime elezioni amministrative.

Anna Maria CAVA

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.