Sanità

Sanità

OSPEDALE-DI-POLLA

E sulla prossima attivazione del servizio oncologico-chemioterapico presso l'ospedale Luigi Curto di Polla arriva anche il commento del consigliere regionale Tommaso Pellegrino che manifesta la sua soddisfazione alla notizia che, come già ricordato dall'On. Matera rappresenta un importante traguardo per i cittadini valdianesi  che non saranno più costretti a grandi sacrifici per poter avere accesso alle cure salvavita. "“Riavremo a breve il servizio di Oncologia all’Ospedale di Polla in provincia di Salerno, con la possibilità per i pazienti oncologici di effettuare le sedute di chemioterapia”. 

Lo ha dichiarato il capogruppo di Italia Viva in Consiglio Regionale della Campania.  “Dopo anni di iniziative, proposte e incontri, i nostri pazienti non saranno più costretti a spostarsi per chilometri dovendo far fronte, oltre ai disagi legati alla malattia, anche ai costi del viaggio, per alcuni insostenibili al punto da rinunciarvi mettendo a rischio la propria vita. Più volte ho denunciato tale situazione, chiedendo con forza la possibilità di attivare il servizio nel territorio del Vallo di Diano.

Tutto ciò a breve sarà realizzabile grazie alla disponibilità della dott.ssa Roscigno che con grande professionalità e generosità avrà il compito di guidare il reparto. Con l’arrivo del nuovo Direttore Sanitario, il dott. Vastola, si è data una accelerazione importante per l’ attuazione di un progetto che ha visto la totale condivisione del Direttore Generale Mario Iervolino e del Presidente Vincenzo De Luca, ai quali va il mio ringraziamento e quello dell’intero Territorio del Vallo di Diano”.

Sanità

Sarà incrementata l'offerta delle prestazioni da parte delle strutture sanitarie pubbliche per recuperare quelle non erogate a causa della pandemia. Anche al Luigi Curto di Polla e al Distretto Sanitario 72 arrivano risorse.

Approvato nei mesi scorsi, il Piano regionale di recupero delle liste d’attesa ha destinato infatti fondi per potenziare l’offerta di prestazioni di ricovero e di specialistica ambulatoriale ai cittadini che durante il 2020, a causa del covid, non hanno usufruito di servizi sanitari.  Le Aziende Sanitarie sono state chiamate a predisporre piani di azione specifici. Sono stati confrontati i volumi di attività dell’anno 2019 con l’anno 2020 e, sulla base delle differenze riscontrate, sono state suddivise le somme.

Obiettivi assegnati sono il recupero dei ricoveri medici e chirurgici, la riduzione dei tempi quindi il riallineamento delle liste di attesa ai livelli “pre-covid”.

La Regione ha assegnato all'Asl Salerno: per il recupero totale dei ricoveri 2.241.404euro; per il recupero totale delle prestazioni ambulatoriali 2.797.116,00euro (di cui 279.711,60euro per il recupero degli screening); e per l'incremento del monte orario degli specialisti ambulatoriali 348.427,00euro.

Per quanto riguarda le prestazioni ambulatoriali erogate sia presso i Distretti sanitari che presso i Presidi: al DS72 sono 2,89% le prestazioni da recuperare quindi sono stati assegnati 72.753,00euro  per il recupero delle prestazioni ambulatoriali e 21.010,81euro per il monte orario della specialistica; al P.O. Luigi Curto di Polla sono 8,09% le prestazioni da recuperare e arrivano 203.658,00euro per le prestazioni ambulatoriali, 251.768euro per i ricoveri, tra medici e chirurgici e quelli recuperabili entro il 31 dicembre 2021 - secondo le previsioni dell'Asl - sono 400.

Sanità

camper asl teggiano ok

Questa mattina il Camper dell'ASL di Salerno con la responsabile Dott.ssa Rosetta D'Alvano era presenta davanti all'istituto d'istruzione superiore di Teggiano per eseguire le vaccinazioni su ragazzi over 12, genitori e personale scolastica in vista della ripresa delle attività didattiche in presenza. Entra così nel vivo anche nel Vallo di Diano l'iniziativa dell'ASL per garantire scuole sicure e incrementare la percentuale di persone immunizzate sul territorio. Questa mattina il primo appuntamento con numeri comunque ridotti di adesioni considerando che, al momento le presenze dei ragazzi sono in numero limitato ed i docenti sono in gran parte vaccinati. Sono stati comunque circa 20 le persone che hanno usufruito della possibilità di potersi vaccinare senza prenotazione. Intanto si sta predisponendo un calendario di appuntamenti con l'unità mobile vaccinale che sarà presenta davanti a diverse scuole valdianesi. Definito intanto il prossimo appuntamento con il camper che sarà presente presso l'istituto d'istruzione superiore di Montesano Scalo, sabato prossimo 11 settembre

Sanità

Tante le iniziative messe in campo dall'Asl Salerno per portare le persone a vaccinarsi anche se è alta la percentuale delle somministrazioni effettuate. C'è bisogno di fare un ulteriore sforzo quindi: camper davanti alle scuole, camper nei Comuni periferici  per aiutare la gente a iscriversi, centri vaccinali dedicati ai soggetti allergici. E domani al San Luca di Vallo della Lucania l'open day dedicato alle donne incinte e in allattamento. Lo ha spiegato bene il responsabile dell'emergenza covid della Asl Sa, Saggese Tozzi.

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.