Sanità

Sanità

castiello

Dopo poche ore dalla presentazione del comunicato stampa della Regione Campania, anche il Senatore Francesco Castiello del Movimento 5 Stelle interviene sulla decisione del Ministero di approvare il Piano Ospedaliero che vede Polla e Sapri Dea di I Livello, definendo il presidente De Luca Re dei Prestigiatori."Al termine dell’incontro presso il Ministero della Salute - scrive sul suo profilo facebook il senatore Castiello - De Luca, commissario decaduto alla sanità campana, si è affrettato a diramare un comunicato con il quale mena vanto di avere eretto Polla e Sapri a DEA di primo livello e ad avere salvato i punti nascita. Un esercizio perfetto di prestidigitazione! Come si fa a credere a chi con decreto del 5 novembre pubblicato sul BUR Campania ha soppresso i punti nascita quando oggi dice che è suo merito averli risuscitati? Se la vera intenzione dell’ex governatore-commissario fosse stata quella di conservare i punti nascita, non li avrebbe soppressi per poi riportarli in vita in un secondo momento". Il senatore del Movimento 5 Stelle ricorda in particolare la visita del presidente della Commissione Sanità Pierpaolo Sileri che ha avuto modo di conoscere direttamente delle condizioni del territorio, delle strade e dell'efficienza dei reparti relazionando in maniera puntuale al Ministero della Salute quanto visto. Per Castiello, a risultare determinante per la salvezza dei punti nascita è stato l'intervento del presidente della Commissione Sanità Sileri che, sin dalla sua venuta, aveva garantito l'impegno a tutela dei punti nascita dei presidi ospedalieri

Sanità


Polla e Sapri DEA di I livello. È arrivato l'ok dal Ministero alla proposta presentata dalla Regione Campania per la modifica del Piano Ospedaliero che sancirà, a questo punto, anche la salvezza dei punti nascita di Polla e Sapri inseriti all'interno del progetto di potenziamento dei due presidi ospedalieri. Si conclude quindi in maniera positiva la vicenda che ha tenuto con il fiato sospeso il Vallo di Diano e Golfo di Policastro.

Durante l'incontro con i referenti della Regione presso l'ospedale di Polla l'Assessore Corrado Matera, aveva chiesto 10 giorni di tempo alle comunità interessate dai decreti di soppressione. 10 giorni che, secondo quanto spiegato dall'assessore, erano necessari per la realizzazione di una proposta di modifica del Piano Ospedaliero che il Ministero della Salute non poteva non approvare.

"In quei giorni - sottolinea l'Assessore Matera - eravamo impegnati proprio nell'individuazione di proposte capaci di salvaguardare la permanenza dei punti nascita di Polla e Sapri. Proposte articolate e congeniate in maniera tale da rendere impossibile un diniego da parte del Ministero. Puntando sulla modifica a DEA di I livello dei due ospedali - continua l'assessore - si riteneva inopportuno pensare ad un Piano B. Per noi, conclude Matera - diventava fondamentale eliminare l'ostacolo del rischio continuo di chiusura dei Punti nascita".

Nel tardo pomeriggio di ieri dalla Regione Campania arriva l'atteso annuncio dell'esito dell'incontro tra Ministero e Regione. Un incontro in cui sono state approfondite tutte le argomentazioni relative al nuovo Piano Ospedaliero che prevede i punti nascita di Polla Sapri e Piedimonte Matese inseriti tra i DEA di I Livello. Inoltre, come anticipato dal Presidente De Luca, nei prossimi mesi è in programma una nuova riunione per il Patto per la Salute finalizzato a definire l'intesa tra Governo e Regioni per la programmazione sanitaria.

"Nel corso dell’incontro con il Ministro, - ha spiegato De Luca - tra le varie cose, abbiamo sottolineato l’elemento di novità che la Campania ha prodotto venerdì scorso con l’invio del Piano Triennale necessario per il superamento del Piano di Rientro. In un clima di serenità e rispetto, ispirato alla concretezza e a valutazioni di merito, il Ministero si è riservato di valutare questo elemento di novità intervenuto venerdì scorso”

Anna Maria Cava

Sanità

cartolano

Anche il coordinatore territoriale del Partito Democratico Domenico Cartolano interviene a seguito della notizia diffusa dalla Regione Campania sull'esito dell'incontro tra  i referenti del Ministero della Salute e gli esponenti della Regione Campania in merito alla nuova proposta di Piano Ospedaliero che prevede per gli ospedali di Polla e Sapri il riconoscimento di Dea di I livello.

Una modifica che porterà per il Luigi Curto e per Dell'Immacolata un potenziamento dei servizi e la prevedibile salvezza anche per i punti nascita.  

"Finalmente una bella notizia per il nostro territorio! - commenta il coordinatore del PD Cartolano - Il ministero della salute ha approvato il piano sanitario regionale nel quale era previsto il passaggio a dea di I livello per il nostro nosocomio! Un risultato straordinario che oltre alla conferma del punto nascita prevede un forte potenziamento di tutti i reparti e con la possibilità di aprirne altri! Straordinario lavoro fatto dalla regione Campania - continua Cartolano - grazie al quale abbiamo raggiunto un punteggio pari a 152 per i servizi resi creando così le condizioni per migliorarli! Grazie presidente per aver mantenuti gli impegni! Un ottimo lavoro di squadra che ha visto tutti partecipi dando ognuno il suo contributo! Un grazie all’assessore Corrado Matera, all’on Franco Picarone, ai sindaci, al presidente del parco al consigliere provinciale Imparato, al presidente della comunità montana Accetta, ai sindacati al comitato Curo! Agli operatori sanitari ! Una grande unione e compattezza per un grande risultato!"

Sanità

ospedalesapri thumb medium214 141

La notizia dell'approvazione della proposta di Piano Ospedaliero da parte del Ministero della Salute ha raccolto il plauso del sindaco di Sapri Antonio Gentile che ha subito reso partecipe la sua comunità dell'importante notizia giunta dalla Regione Campania. "Giornata storica per l’ospedale di Sapri, - ha commentato il primo cittadino. - È approvato il Piano Ospedaliero presentato dalla Regione Campania contenente la proposta di DEA I livello per la nostra struttura. Ciò rende le prospettive per la deroga sul punto nascite a questo diventano reali".

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.