Spettacoli

Nuovo singolo per il cantautore rock originario di Agropoli, Luciano Tarullo, che a distanza di pochi mesi dall’uscita di “Benvenuto”, lancia il brano “Di rosso e di viole”. Una ballad dal forte impatto emotivo incentrata sulla tematica dell’attesa.

Il brano racconta una grande storia d’amore appartenuta ad un tempo lontano. “La canzone – afferma il cantautore - descrive prima di tutto un luogo: un paesaggio antico e incontaminato in cui nasce questa storia d’amore. L’idea – spiega ancora Luciano Tarullo - era quella di scrivere un testo come una sceneggiatura di un film. Il mio desiderio è che l’ascoltatore venga catapultato totalmente nell’immaginario descritto, riuscendo così a vedere con i propri occhi tutte le scene come una serie di dipinti”.

Scritta e prodotta dallo stesso cantautore agropolese, “Di rosso e di viole” è stata registrata, mixata e masterizzata presso uno Studio di Ascea. Ad affiancare Luciano Tarullo (voce, chitarra acustica e pianoforte), ci sono i musicisti Frank Cara e Ivan Tornese (chitarre), Roberto Guariglia (basso), Michelangelo Sarnicola (batteria) e Piera Lombardi (cori). “Di rosso e di viole” esce in contemporanea alla lavorazione del nuovo album in studio del cantautore.

La canzone infatti non sarà inserita in alcun album, ma rappresenta una sorta di “ponte” tra il primo album “L’isola” e il prossimo disco a cui il cantautore sta già lavorando da qualche tempo.

Antonella D'ALTO

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.