Spettacoli

Spettacoli

Nuovo traguardo per il giovane musicista di Ottati Antonio Sabetta, che, con l'Orchestra Giovanile "Luigi Cherubini" fondata e diretta dal Maestro Riccardo Muti, partecipa alla quattordicesima edizione del Campania Teatro Festival diretto da Ruggero Cappuccio.

Si registra infatti questa sera al teatro Mercadante di Napoli il concerto del Maestro Muti con l’Orchestra Giovanile Cherubini che apre, in anteprima, il Campania Teatro Festival di quest’anno. Il concerto sarà disponibile gratuitamente in streaming dal 26 marzo e per un mese su live.napoliteatrofestival.it, cultura.regione.campania.it, ansa.it e ravennafestival.live.

Antonio Sabetta, 25enne trombonista, dopo essere entrato nell'Orchestra Giovanile Cherubini ha già partecipato ad una importante manifestazione musicale, nello scorso mese di dicembre, il Ravenna Festival, svoltasi anch’essa in streaming quest’anno per via del covid. Ora per lui un altro evento di rilievo, con la partecipazione alla quattordicesima edizione del Campania Teatro Festival.

“Suoneremo – ha spiegato - la sinfonia n. 9 di Schubert (La grande) e poi una sinfonia di Mercadante (I due Figaro). È molto importate per noi giovani lavorare, in questo periodo segnato dal covid. Bisogna dare un forte cambiamento alla cultura, è necessario ripartire. È sempre fantastico imparare dal maestro Muti che ci delizia anche con aneddoti storici. Abbiamo già suonato al teatro Donizetti di Bergamo e subito dopo Napoli voleremo a Palermo dove ci aspetterà l’ultimo concerto di questa tournée nel meraviglio teatro Massimo, dove eseguiremo la sinfonia “Dal nuovo mondo” di Dvorak e la sinfonia n. 3 di Schubert”.

Antonella D'ALTO

 

Spettacoli

Nuovo singolo per il chitarrista pollese Sergio Sorrentino che ha da poco pubblicato Orphée's Bedroom, singolo realizzato in collaborazione con il compositore americano Philip Glass, considerato fra i più importanti al mondo, autore di colonne sonore per Scorsese e Woody Allen e collocato al 9° posto dalla famosa classifica dei geni viventi del Daily Telegraph. Il singolo è accompagnato da un video pubblicato su tutti i canali ufficiali di Philip Glass, riscuotendo un grande successo, tra migliaia di visualizzazioni, like e commenti. Il brano ha già raggiunto più di 160mila streams in poche settimane solo su Spotify.

“La collaborazione con Glass – ha affermato Sorrentino - ha rappresentato per me la realizzazione di un sogno e un'ennesima conferma in campo internazionale”. Il chitarrista e compositore, considerato dalla critica “uno dei più importanti chitarristi italiani dediti alla Nuova Musica”, non solo ha collaborato con importanti musicisti internazionali, ma si è anche esibito come solista e solista con orchestra in tutto il mondo nelle sale da concerto e per i Festival più prestigiosi.

Dopo l'esperienza con Glass, Sergio Sorrentino pubblicherà domani, 12 marzo un altro singolo, di nuovo in collaborazione con un grande compositore americano: David Lang, già candidato all'Oscar e vincitore del Grammy Award, noto al grande pubblico per le colonne sonore dei film di Paolo Sorrentino “La Grande Bellezza” e “Youth”. Il brano è "Questionnaire", costituito da un gioco di domande e risposte tra una voce, quella di Barbara Czepulonis, blogger e moglie di Sorrentino, e decine di chitarre sovraincise.

”Abbiamo registrato questa traccia durante il lockdown – ha spiegato il chitarrista - e abbiamo condiviso insieme un bellissimo momento dedicato all'arte e alla musica del grande compositore David Lang, avendo il privilegio di collaborare con lui a distanza”.

Antonella D'ALTO

Spettacoli

Anche quest'anno il duo teggianese dei Settembre è sbarcato a Casa Sanremo ospite di Red Ronnie nella sua trasmissione “We Have A Dream”. La cantante Angela Cicchetti ed il chitarrista Ivan Imperiali hanno eseguito brani dal loro disco d'esordio “Grattacieli di Basilico” recentemente inserito nella lista dei 10 migliori dischi campani del 2020 dalla rivista Shockwave Magazine e che ha colto il favore di radio e stampa nazionale venendo inserito in rotazione su Radio Uno Rai per un mese intero. In un'esibizione intensa, inoltre, i Settembre hanno voluto omaggiare il Festival proponendo una loro versione del brano vincitore della prima edizione del 1951, la famosissima “Grazie dei Fiori” riproposta nel loro inconfondibile stile che mescola tradizione italiana a jazz e bossanova.

Un'edizione del festival insolita quella di quest'anno, in una Sanremo blindata dalle misure anti-Covid che hanno limitato fortemente l'affluenza del pubblico ma che non hanno impedito allo storico giornalista musicale Red Ronnie di creare una vetrina giornaliera in cui far esibire progetti musicali di valore provenienti da tutto il territorio nazionale, tra cui i Settembre.

“Aver condiviso il palco di Red Ronnie con artisti di grande valore e aver scambiato con loro le nostre storie ed emozioni – hanno raccontanto i due musicisti - ci ha lasciato una grande sensazione di forza e speranza per il futuro”. La cantante ha inoltre parlato della grande emozione provata quando dopo la loro esibizione uno dei pochi spettatori ammessi nello studio li ha raggiunti con gli occhi umidi di lacrime per l’emozione suscitata dall’interpretazione del brano: “In quel momento – ha detto - abbiamo sentito tutto quello a cui aspiriamo, tutto quello che ci manca, tutto quello che speriamo torni il prima possibile. La musica è viva e combatte ogni giorno”.

Antonella D'ALTO

Spettacoli

Dopo un lungo periodo di fermo torna a muovere i primi passi l’opera in teatro che ieri ha registrato la grande esibizione su Rai5 del soprano di Polla Valentina Mastrangelo. Dal Teatro Massimo di Palermo, in prima visione, è stato trasmesso "Das Paradies und die Peri (Il Paradiso e la Peri)": l'oratorio profano di Robert Schumann in forma scenica con regia, scene, costumi, video e luci del collettivo Anagoor, Leone d’Argento per il Teatro alla Biennale di Venezia nel 2018.

La Peri cacciata dal Paradiso viaggia, vagando per l’Oriente, alla ricerca del tesoro più grande sulla Terra, grazie al quale potrà essere di nuovo ammessa nel mondo superiore. Mentre su un grande schermo scorrono le immagini del suo viaggio girate in Iran, in Turchia, lungo i martoriati confini siriani e al Museo Egizio di Torino. La prova di Valentina Mastrangelo è stata molto apprezzata dalla critica che l’ha definita notevole, commovente e preparata.

Sempre nella giornata di ieri è iniziata una nuova importante avventura per il soprano di Polla che a Bruxelles ha cominciato le prove per il ruolo di Ines ne La Favorita di Donizetti, nel quale debutterà il 12 marzo in diretta streaming.

“In questo periodo storico, causa Covid, - ha spiegato Valentina Mastrangelo - il mondo dell'opera è appeso ad un filo, purtroppo in Italia, come in quasi tutta Europa i teatri sono chiusi da un anno. Mi sento privilegiata di essere qui al Théâtre Royal de la Monnaie di Bruxelles, il 12 marzo registreremo l'opera per lo streaming e debutterò con il ruolo di Ines ne La Favorita di Donizetti. Spero con tutto il cuore che i teatri riaprano il prima possibile, poiché sono luoghi sicuri, inoltre penso che dopo un anno bisognerebbe prendersi cura anche dell'anima”.

Antonella D'ALTO

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.