Sport

Sport

La primavera porta in dote i primi caldi ma anche le prime stime. Parliamo del mondo calciofilo che si avvia alle sue battute finali, tra volate al vertice e lotte in coda alla classifica.

Dovrà vendere cara la pelle il Valdiano, in caduta libera da mesi, nonostante qualche flebile sussulto (vedasi la vittoria esterna ad Agropoli di 15 giorni fa). Certo, il calendario del nuovo anno non sembra sorridere agli azulgrana che, nel prossimo turno del campionato d’Eccellenza, se la vedranno con l’Audax Cervinara seconda in graduatoria. Forse la trasferta più importante dell’anno per gli uomini di Pasculli, arrivati al punto in cui è vitale raccogliere sempre l’intera posta in palio.

In Promozione, invece, c’è il Buccino Volcei che continua a sorprendere per continuità di risultati. Anche due giorni fa, nel recupero contro la Calpazio, i gialloneri hanno vinto per 1 a 0 fuori casa, facendo sentire il rumore dei nemici alla capolista Angri, ora distante solo una lunghezza. Si preannuncia battaglia fino all’ultima giornata.

Scendendo in Prima categoria, il Sassano calcio reduce dalla goleada rifilata all’Alfanese domenica scorsa, dovrà vedersela in casa con il Velina per mantenere il piazzamento play off e, chissà, puntare anche a qualcosa in più.

In Seconda categoria è tempo di riscatto per il Certosa di Padula in piena crisi di risultati. La vittoria manca da troppo tempo e bisognerà far punti contro l’avversario di turno, il Novi Velia. Nel girone H c’è il Real Pertosa che andrà a giocare sul campo della Prepezzanese seconda del torneo, una sfida ostica che richiederà il massimo impegno per portare punti a casa.

Federico D’ALESSIO

Sport

Una partita avvincente e che ha scatenato l'euforia dei tifosi, quella giocata mercoledì pomeriggio tra il Brienza Calcio e l'Atletico Lauria, sul campo dell'Alfredo Mancinelli di Tito. La finale di Coppa Italia Promozione "Mauro Tartaglia" è andata al Brienza grazie a un colpo di testa vincente di D'Alto, che al 91', quando la gara stava scivolando verso i tempi supplementari, ha saputo intercettare il pallone calciato su punizione da Leone, riuscendo a spedirlo in rete per l'1 a 2.

L'inzuccata dell'ex difensore del Valdiano ha permesso dunque al Brienza di conquistare la quarta edizione del torneo cadetto regionale e di imporsi sull'Atletico Lauria. Il primo gol che porta subito i burgentini in vantaggio arriva al 21' con un colpo di tacco di Campisano che batte Propato sul cross di Tempone. Al 7' della ripresa il pari lauriota: Favieri si impossessa di una palla persa da Giampiero Leone, e tira un destro imparabile.

Poi il 2-1 d el valdianese Vincenzo D'Alto al primo minuto di recupero che hamanda t o in visibilio i tifosi del Brienza presenti sugli spalti. Un importante risultato per il giovane calciatore di Teggiano e per tutto il Brienza calcio che nel corso del campionato ha saputo imporsi sugli avversari e far tesoro degli insegnamenti di Mister Antonello Gerardi e del presidente Mario Margherita. 

Antonella D'ALTO

Sport

Possiamo dire che il week end appena trascorso è lo specchio di un’annata dai due volti. Quello scuro dell’Eccellenza, segnato dalle continue cadute del Valdiano; quello raggiante della Promozione, dove il Buccino Volcei viaggia a vele spiegate verso la l’alta (altissima) classifica.

Gli azulgrana di mister Pasculli cadono ancora, nonostante la bella vittoria di Agropoli della settimana scorsa avesse fatto ben sperare. 0 a 1 il risultato finale, con il Faiano che sbanca il “Vertucci” di Teggiano. Ora si fa davvero dura, con Coquin e company che vedono da vicino la retrocessione. A questo puto bisogna “difendere” il penultimo posto per puntare ai play out.

Altra storia in Promozione, dove il Buccino Volcei procede spedito come un treno verso la vetta. I gialloneri piegano la Rocchese per 2 a 1 al “P. Via”. 2° posto mantenuto con una partita da recuperare. La capolista Angri, distante 4 punti, è nel mirino.

Anche in Prima categoria c’è una squadra in salute. E’ il Sassano calcio che prende a pallonate il fanalino di coda Alfanese, schiantato sul proprio campo per 7 a 1. I biancazzurri restano al 3° posto ed inseguono il Real Bellizzi distante 3 lunghezze.

In seconda categoria gioia Real Pertosa, che batte di misura in casa il Nadir Oliveto Citra per 1 a 0, e dispiacere Certosa di Padula, sconfitto tra le mura amiche dall’Atletik.

Federico D’ALESSIO

Sport

Ennesima designazione di livello per la sezione AIA di Sala Consilina. Anche questa volta, il protagonista è il giovane Ivan Robilotta, ormai un veterano dei grandi palcoscenici. Il giovane fischietto dirigerà il derby di Serie C tra Reggina e Rende, in programma lunedì 4 marzo, a partire dalle ore 20,45; il match sarà trasmesso in diretta da Rai sport.

A coadiuvare Ivan presso lo stadio Granillo i signori Vitali e Salvalaggio. I numeri di Robilotta sono già importanti, nonostante la sua giovane età. Ha un solo precedente con la Reggina, il 2 a 6 patito in casa dagli amaranto contro il Matera, datato 23 ottobre 2016. Un incrocio anche contro il Rende, k.o a Catania per 6 a 1 il 6 maggio del 2018. L’arbitro della sezione salese vanta già 64 gare dirette in Serie C, più 5 dei play off e 4 di Coppa Italia in serie C. Nel girone C ne ha dirette 19 in 4 stagioni, 2 nell’annata in corso, con il bilancio di una vittoria interna ed un pari, più sei gialli alzati.

Risultati sotto gli occhi di tutti, anche del settore tecnico nazionale. Proprio uno dei suoi componenti, Giovanni Pentangelo, a margine di un incontro svoltosi la settimana scorsa a Sala Consilina per parlare di sport ed aggregazione, non ha mancato di elogiare la sezione del luogo, segno che il percorso intrapreso sta sortendo i risultati auspicati.

Federico D’ALESSIO

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.