18.3 C
Sassano
mercoledì, 25 Maggio, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Vaccinazioni, tocca alle persone fragili. Dalla Regione si pensa al comparto turistico

    {vimeo}530262545{/vimeo}

    Il tema vaccinazioni è argomento caldo in questi giorni. Si attende e si spera infatti nella campagna vaccinale per riprendere la normalità che manca da un anno mentre ci si appresta a vivere per il secondo anno le festività pasquali nelle restrizioni e nei limiti. Gli operatori sanitari valdianesi sono a lavoro, velocizzando le operazioni di vaccinazione, seppur nel rispetto delle regole imposte dalla Regione Campania e dal Ministero della Salute e adeguandosi al numero di dosi disponibili, con la garanzia di consegne settimanali del siero Pfizer.

    La disponibilità del siero ha consentito già l’inizio, presso l’Ospedale Luigi Curto di Polla della somministrazione alle persone vulnerabili e affette da disabilità, come assicurato dal direttore sanitario Dott. Luigi Mandia. Già dalla scorsa settimana, infatti, sono stati chiamati a presentarsi per le vaccinazioni i primi soggetti fragili che, attraverso il proprio medico curante, avevano effettuato la prenotazione. Al centro diretto dalla Dott.ssa Angela Morra, proseguono contemporaneamente anche le vaccinazioni sugli over 80 che si sono prenotati in ritardo. Per domani, infatti, è prevista l’inoculazione della prima dose di vaccini su soggetti ultra 80enni che si sono registrati da poco, mentre proseguono regolarmente le attività di richiamo. Intanto, buone notizie per il comparto turistico campano.

    Il presidente della Regione Campania, ha annunciato l’intenzione di inserire tra le fasce prioritarie per la vaccinazione gli operatori del settore turistico costiero per salvare la stagione estiva e garantire una, seppur graduale, ripresa. Un annuncio che è stato accolto positivamente da Giuseppe Verga di guidaturistica.campania.it che, aveva sollecitato le vaccinazioni sugli operatori turistici al fine di garantirne lo sviluppo in sicurezza. “Un minuto dopo che la Regione avrà la disponibilità dei vaccini – dichiara Verga – si dovrebbe partire con la vaccinazione di massa nelle località turistiche del Vallo di Diano, come Padula, Teggiano, Pertosa etc, e del Cilento come Centola, Camerota, etc, anche con l’aiuto degli operatori sanitari privati. Probabilmente ci sarà bisogno di nuovi punti vaccinali per velocizzare le operazioni, – evidenzia – A tal proposito si potrebbero utilizzare, rendendoli idonei, gli ex locali della Comunità Montana in Certosa, anche per rafforzare il messaggio sull’importanza del turismo per il territorio. Resta indispensabile – sottolinea – una strategia comunicativa per attrarre visitatori nella prossima stagione estiva. Sono soddisfatto del pensiero di De Luca che è in linea con il mio e trova approvazione anche da parte di tanti operatori turistici locali”.

    Anna Maria CAVA

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli