14.6 C
Sassano
martedì, 24 Maggio, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Vallo della Lucania, terza tappa del tour tribunali del ministro della Giustizia Orlando

    {vimeo}143736159{/vimeo}

    Potenziare i tribunali periferici. Questo in sintesi è il messaggio lanciato dal ministro della Giustizia Andrea Orlando al termine della sua visita negli uffici del Tribunale di Vallo della Lucania. Si, proprio Vallo della Lucania è stata la terza tappa del tour nei tribunali d’Italia che registrano particolari sofferenze, dopo aver fatto visita nei giorni scorsi a quelli di Vibo Valentia e di Lamezia Terme. “Il nostro Paese – ha dichiarato il ministro Orlando – è arrivato a 700 milioni di risarcimento nei confronti di persone vittime di processo con tempi irragionevoli. E’ una mortificazione. Il nostro impegno è quello di aiutare questi uffici a risolvere la situazione. Vogliamo creare – continua il guardasigilli – una forma di collaborazione, un tutoraggio nei confronti dei tribunali in difficoltà, un canale diretto per accedere ad alcuni strumenti, da quelli necessari alla formazione, a quello informatico, a quelli che riguardano anche la mobilità del personale amministrativo al fine di colmare i vuoti di organico venutisi a determinare”. Proprio questo è un punto sul quale bisogna soffermarsi perché il tema cruciale è quello della scarsa permanenza dei magistrati all’interno degli uffici, un dato questo che riguarda tutte le sedi periferiche. Nella sede di Vallo i giudici in pianta organica sono dodici ma ne mancano sempre 3 o 4 per i normali avvicendamenti che poi richiedono tempi molto lunghi per la copertura. La nomina del presedente, infatti, è arrivata dopo un anno. Ma non solo. La sede di Vallo viene ormai considerata una sede disagevole da raggiungere per via della frana sulla Cilentana; infatti occorrono più di due ore di auto da Salerno. E anche per questo, i magistrati di prima nomina dopo i primi tre anni obbligatori chiedono subito il trasferimento. “Ho riscontrato – ha tenuto a precisare il guardasigilli – che in questi incontri la nostra presenza viene letta come potenziale premessa ad una possibile soppressione di sede di ufficio. Ma così non è. Non c’è nessuna revisione delle circoscrizioni giudiziarie in programma”. Capitolo Tribunale di Sala Consilina. Dalla visita del ministro Orlando nel Cilento in molti si attendevano una speranza per la riapertura del foro di giustizia salese dopo la soppressione, ma purtroppo nessun segnale è arrivato in questo senso. 

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli