9.6 C
Sassano
venerdì, 2 Dicembre, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Vallo di Diano, 5 mila paia di scarpe sequestrate dalla GdF per marchio contraffatto

    Circa 5 mila paia di scarpe con marchi contraffatto sono state poste sotto sequestro dai finanzieri della Tenenza della Guardia di Finanza di Sala Consilina nell’ambito delle azioni di controllo del territorio.

    Controlli che il Tenente Sebastiano D’Amora, ha voluto intensificare su tutto il territorio sin dal momento del suo arrivo a Sala Consilina avvenuta lo scorso mese di luglio. La presenza quindi delle fiamme gialle, diventa più intensa su tutto il territorio competenza della Guardia di Finanza di Sala Consilina con le operazioni di controllo economico finalizzate in primis a tutelare i consumatore.

    Operazioni che hanno interessato prevalentemente verifiche nell’ambito della lotta alla contraffazione con gli uomini del Comandante D’Amora che, nei giorni scorsi, hanno posto sottosequestro circa 5 mila paia di scarpe con marchio “Nike”, risultato contraffatto. Il sequestro, è stato effettuato dai Finanzieri della Tenenza di Sala Consilina presso un noto rivenditore di calzature sportive del Vallo di Diano, dove sono state rinvenute, esposte per la vendita, alcune paia di calzature di dubbia provenienza. I successivi accertamenti da parte delle Fiamme Gialle, svolti anche grazie ad un consulente incaricato dalla società che gestisce i diritti industriali, hanno permesso di appurare che la merce appariva difforme rispetto agli standard originali: la stessa, infatti, mostrava incongruenze e incompatibilità sulle etichette utilizzate e pertanto è risultata essere contraffatta.

    Le scarpe venivano commercializzate sia in negozio che attraverso le maggiori piattaforme di e-commerce per un valore complessivo pari a quasi un milione di Euro. Il rappresentante legale dell’azienda è stato denunciato all’autorità Autorità Giudiziaria per la detenzione e la messa in vendita di prodotti contraffatti.

    Proseguono le indagini per risalire la filiera del falso fino ai produttori, anche al fine di quantificare l’illecito volume d’affari.

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli