17.1 C
Sassano
lunedì, 26 Settembre, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Vallo di Diano, 6 aziende controllate dai carabinieri: multa per il mancato rispetto del protocollo anti-covid

    {vimeo}410957640{/vimeo}

    I militari dell’arma in campo per effettuare i controlli degli ambienti lavorativi e verificare il rispetto della nuova normativa che impone regole ferree per il mantenimento dell’attività commerciale al pubblico. L’emergenza COVID ha imposto una serie di nuove regole finalizzate alla prevenzione e alla riduzione del contagio da coronavirus. In queste settimane in prima linea a tutela dei cittadini e per la verifica del rispetto delle regole sono scesi in campo i carabineiri con una seria di attività di controlli. Attività che sono state più intense in particolare nel Vallo di Diano e Tanagro dove 5 comuni sono stati raggiunti da ordinanza restrittiva di isolamento. Fuori dalla zona rossa, il lavoro degli uomini del capitano Davide Acquaviva è proseguito con controlli a tappeto delle aziende autorizzate a proseguire l’attività imprenditoriale, funzionali al mantenimento produttivo delle filiere, al fine di verificare il rispetto dei protocolli di regolamentazione all’interno dei luoghi di lavoro emanato in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica. Controlli che hanno portato all’accertamento del mancato rispetto del protocollo igienico in sei imprese valdianesi operanti in diversi rami. In particolare i carabinieri hanno accertato che sei imprese operanti nei settori della lavorazione del ferro, aziende agricole, imprese di pulizia, trasformazione della plastica e commercio di prodotti termoidraulici non avevano adeguato, nei luoghi di lavoro, i protocolli di sicurezza previsti dalla normativa emergenziale, in particolare difettando della sanificazione periodica certificata degli ambienti, della distribuzione di DPI, non rispetto delle necessarie distanze interpersonali, mancata sanificazione di monitor ed hardware in genere con adeguati detergenti nonché le modalità di accesso dei lavoratori con misurazione della temperatura corporea. Nel corso dei controlli venivano complessivamente elevate sanzioni amministrative per circa 2500 euro, con sospensione delle attività per 5 giorni.

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli