39 C
Sassano
martedì, 28 Giugno, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Vallo di Diano, chiusi due locali: superavano le presenze consentite

    {vimeo}305481482{/vimeo}

    Chiuse dai Carabinieri della Compagnia di Sala Consilina due discoteche nel Vallo di Diano su disposizione dell’autorità giudiziaria. Nella notte tra sabato e domenica gli uomini del Capitano Davide Acquaviva, intensificando i controlli nei locali pubblici, a seguito anche della tragedia avvenuta nell’anconetano, hanno individuato due locali che, adibiti a discoteca, ospitavano un numero di persone che superava ampiamente il limite consentito. In un caso a fronte delle 150 presenze consentite, i militari dell’arma hanno accertato la presenza di circa 500 persone mentre in un altro caso le presenze erano raddoppiate, dalle 200 consentite presenti circa 400.

    Inoltre i militari, operanti in sinergia con il Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Potenza, l’ASL di Salerno e la SIAE di Napoli, hanno anche accertato la violazione delle norme in materia di sicurezza come ad esempio ostruzione delle uscite di sicurezza dall’interno con tavoli adibiti a guardaroba e, dall’esterno, con auto parcheggiate a ridosso delle uscite. Una serie di violazioni che non garantivano il divertimento in totale sicurezza per i tanti frequentatori dei locali e che, nel malaugurato caso di stato di pericolo o panico, potevano essere causa di tragedie. Da qui l’operazione dei carabinieri con il Capitano Davide Acquaviva che ha disposto le operazioni di controllo nei locali valdianesi a tutela dell’incolumità dei giovani che frequentano i locali pubblici con l’unico scopo di trascorrere serate di serenità e divertimento. Un desiderio legittimo che va tutelato.

    L’impegno dei carabinieri di Sala Consilina ha ottenuto il plauso anche a livello nazionale con gli elogi arrivati agli uomini del Capitano Acquaviva da Mara Venier nel corso della trasmissione RAI Domenica In e dal ministro dell’Interno e Vice Premier Matteo Salvini che ha ringraziato pubblicamente i carabinieri per i controlli effettuati a tutela dell’incolumità delle persone e in rispetto delle leggi in materia di sicurezza. La notizia ha fatto discutere e non poco con commenti che si sono divisi tra i favorevoli e contrari, ma la sicurezza delle persone ha avuto il sopravvento. Cosa accadrà in vista delle festività natalizie ai due locali? Al momento le due strutture, di cui una chiusa solo in parte, con accesso regolarmente consentito l’area ristorazione, potrebbero restare chiuse anche per il periodo di festività natalizie. Sarà l’Autorità Giudiziaria, eventualmente, a decidere per un dissequestro per motivate ragioni. Qualora dovesse giungere tale decisione, la riapertura dei locali avverrà nel rispetto delle regole e in osservanza alla normativa sulla sicurezza al fine di garantire il divertimento sano e sicuro.

     

    Anna Maria CAVA

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli