15.3 C
Sassano
domenica, 2 Ottobre, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Vallo di Diano, esenzione ticket: operativi i primi patronati convenzionati con l’ASL SA

    {vimeo}328808060{/vimeo}

    L’Asl Salerno in una nota fa sapere che sono già operativi i primi soggetti aderenti alla convenzione stipulata con alcuni patronati sul territorio provinciale, allo scopo di evitare disagi all’utenza per le procedure di esenzione ticket per l’esenzione da reddito. Sono già operativi EPASA-ITACO, UIL, ENAC, COLDIRETTI-EPACA e LABOR CONFEURO. Sul territorio del Vallo di Diano i cittadini per le procedure di esenzione del ticket potranno rivolgersi alla sede UIL di Sala Consilina, alla sede ENAC di Sassano, presso la sede EPACA COLDIRETTI di Sala Consilina. Tante altre le sedi distribuite sul territorio cilentano e salernitano.


    L’accordo, promosso dalla Struttura Commissariale, consentirà agli utenti di evitare i disagi legati allo spostamento per raggiungere sedi distrettuali, spesso distanti dalla residenza abituale, e le lunghe file di attesa che ogni anno si registrano agli sportelli dei distretti sanitari, in occasione di questo adempimento.


    A breve saranno attivi anche diversi altri soggetti che hanno aderito alla convenzione stipulata dall’Asl, vale a dire ENASC, INAS CISL, SENAS, AIC, ACAI ENAS, EPAS, INPAS, SIAS, CGIL, ENAPA Confagricoltura, ENCAL INP, ENCAL CISAL.


    L’Asl Salerno ricorda ai cittadini che chi deve rinnovare l’esenzione Ticket per motivi di reddito si può rivolgere al proprio Medico Curante, per verificare se è già presente nell’elenco delle persone a cui e’ stata automaticamente certificata l’esenzione per reddito dal Ministero dell’Economia.
    Chi non è presente in tale elenco, ed ha bisogno in tempi brevi di usufruire dell’esenzione, può rivolgersi al proprio Distretto Sanitario. Hanno diritto al l’esenzione i bambini con meno di 6 anni e gli anziani con più di 65 anni e reddito familiare inferiore a 36.151,98 euro, i disoccupati e i titolari di pensione al minimo con più di 60 anni con reddito inferiore a 8.263,31 euro, incrementato a 11.362,05 euro in presenza del coniuge.


    Nella nota dell’Asl si ricorda inoltre che chi non ha particolare urgenza di usufruire di prestazioni, potrà rivolgersi agli sportelli del Distretto Sanitario in qualunque momento dell’anno.

    Antonella D’ALTO

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli