1.8 C
Sassano
sabato, 28 Gennaio, 2023
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Gdf Potenza. Smantellato giro d’affari illecito da un milione tra Campania e Basilicata

    guardia di finanza genericaDopo tre anni di indagini il Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Potenza insieme al Compartimento della Polizia Stradale Campania e Basilicata hanno smantellato un giro d’affari stimato in circa un milione di euro di un sodalizio dedito alle truffe assicurative e alla clonazione di veicoli rubati. Protagonisti un giovane nullatenente in qualità di prestanome e intestatari di decide di autovetture e il titolare di un’agenzia di pratiche auto di Castello di Cisterna (NA). L’incrocio dei dati ha evidenziato la ricorrente presenza di auto usate nei sinistri di proprietà del prestanome senza mai registrare feriti. Tra i vantaggi la possibilità di stipulare  polizze assicurative alle tariffe molto più vantaggiose previste per i residenti nella provincia di Potenza rispetto a quelle campane; il mancato pagamento di sanzioni per violazioni al codice della strada e pedaggi autostradali, ovviamente inesigibili da un soggetto nullatenente. Un metodo che ha permesso in tre anni di lucrare risarcimenti per 80 mila euro e tenuto conto anche del risparmio assicurativo ottenuto dagli effettivi utilizzatori dei veicoli monitorati, il giro d’affari illecito stimato ammonterebbe a circa un milione di euro. A nulla è servito mantenere un profilo basso nella nel realizzare l’illecito (senza coinvolgere terzi) poiché i criminali hanno commesso alcuni errori quali indicare per alcuni sinistri un conducente in realtà già deceduto, un passaggio di proprietà da parte di un soggetto in quel momento ricoverato presso strutture sanitarie e un contratto di matrimonio falsificato. Tutte anomalie che, unite alla frequenza dei sinistri, hanno anche destato i sospetti delle compagnie assicurative che hanno nel tempo cominciato a sporgere querela. Altra attività delinquenziale del gruppo è consistita nell’immatricolazione di veicoli  apparentemente provenienti dall’estero ma, di fatto, di origine illecita, in quanto ne è stata rilevata l’alterazione dei numeri di telaio nonché dei relativi documenti di circolazione. Complessivamente, all’esito delle indagini sono stati denunciati a piede libero 68 soggetti. Dieci persone, tra cui tre titolari di autorivendite e il titolare di un’agenzia automobilistica sono state segnalate per associazione a delinquere finalizzata alle truffe assicurative e al riciclaggio di autoveicoli rubati. I sinistri ritenuti mai avvenuti sono stati 40 mentre gli esercizi di rivendita di autoveicoli coinvolti sono stati in tutto 4, di cui 3 a Potenza e 1 in provincia di Napoli. 10 le compagnie assicurative truffate e 104 i veicoli radiati in quanto oggetto di fittizia intestazione.

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli